Il molisano Sante Biello ha conquistato la prima posizione su Amazon nella sezione storiografia

2462

Sante Biello ha pubblicato finora tre saggi dal titolo “Alessandro Magno tra Polis e Mondo in Arriano”, “L’a-Dio e Il Male Inutile” e “L’a-Dio e La Scienza”. Proprio l’e-book su Alessandro Magno, edito da StreetLib, pochi giorni fa ha raggiunto la prima posizione su Amazon nella sezione storiografia. Ma cerchiamo di capire l’importanza di questo dato tenendo presente il mercato dei libri in Italia e degli e-book in particolare. In Italia si legge molto poco e questo lo sappiamo. Gli italiani che hanno detto di aver letto almeno un libro “cartaceo” nell’ultimo anno, sono appena il 40 per cento circa e la maggior parte dei libri venduti riguardano autori affermati che spesso hanno una visibilità notevole tramite i mezzi di informazione, grazie anche al sostegno di una grande casa editrice che hanno alle spalle.
Per quanto riguarda la vendita degli e-book, l’Italia nel 2014 si è attestata al 9,3 per cento, un dato sicuramente sconfortante se paragonato agli Stati Uniti dove si raggiunge il 23 per cento del mercato e si prevede che entro due anni si arriverà al 50 per cento, ovvero metà editoria di carta e metà digitale.
In Svezia, per restare in ambito europeo, è ormai una prassi scaricare e leggere gli e-book; addirittura sempre in più istituti scolastici si è deciso di non utilizzare affatto libri di testo cartacei ma solo strumenti digitali come il tablet. Questo comporta un notevole risparmio economico da parte delle famiglie e gli studenti non sono costretti a rompersi la schiena con gli zaini pieni di libri. Un tablet di pochi grammi infatti può contenere migliaia di libri.
La scarsa vendita degli e-book in Italia è dovuta anche ad una carente conoscenza delle nuove tecnologie da parte di un’ampia fetta della popolazione; la maggior parte dei lettori nel nostro paese infatti, ha difficoltà ad utilizzare un computer, ancor di più ad acquistare un e-book.
La prima posizione dell’e-book di Sante Biello su Amazon nella sezione storiografia sorprende ancor di più se pensiamo che gli e-book più venduti in Italia riguardano romanzi e fiction per adulti, non certamente e-book di carattere saggistico.
Inoltre l’autore molisano, che non ama definirsi scrittore ma piuttosto saggista, ha sempre autoprodotto i suoi e-book grazie all’utilizzo della rete e a piattaforme indicate per il self-publishing come StreetLib.
Per dare una svolta nel percorso di digitalizzazione in Italia, non è sufficiente avere a disposizione smartphone o tablet, è necessario innescare anche un cambiamento culturale e funzionale consentendo alla maggior parte delle persone, di accedere ai contenuti multimediali ed arricchire la propria formazione personale e quella di tutta la società.

Commenti Facebook