Domenico Iannacone in prima serata con uno speciale di “I dieci comandamenti”

1650

Puntata speciale de “I dieci comandamenti” questa sera su Rai Tre alle 21.10 con uno speciale: Spaccanapoli. La trasmissione condotta da Domenico Iannacone, giornalista molisano, che fa luce sulle storie di personaggi noti e molte volte non noti, scelti per rappresentare l’autenticità dell’esistenza, la quotidianità, le storie nascoste cariche di umanità e buoni sentimenti, si occuperà in questo speciale, con cui da inizio alla stagione autunnale de I Dieci Comandamenti, di uno spaccato napoletano. “Napoli velata” poi raccontata attraverso le foto e la storia di Oreste Pipolo, che è per i napoletani il fotografo delle spose, soprattutto per il suo stile personale che ha costituito la base per un vera e propria fotografia di genere. Il regista Matteo Garrone ha girato su di lui il documentario Oreste Pipolo fotografo di matrimoni, dal quale Marco Bellocchio ha tratto il film Il regista di matrimoni, con  Sergio Castellitto. Spaccanapoli è la strada simbolo della città partenopea, rappresenta indubbiamente uno dei luoghi più tipici della città, il cuore pulsante, in cui si coniugano tradizione, arte e cultura napoletana. Percorrere Spaccanapoli è come attraversare la storia vera di Napoli, seguendo il suo tragitto si incrociano le testimonianze del passato della città e i suoi tesori artistici, si incontrano tutte le emozioni, ironia, risate, dolore, passione, sopravvivenza, a volte isolate a volte mischiate tra di loro. Ma anche la periferia ha una sua storia difficile,nascosta, ma pur sempre viva, dove si cade ma c’è voglia di rialzarsi. Goethe, un viaggiatore al di sopra di ogni sospetto, quando vi passò nel 1787, non potè non riportare ciò che la gente ripeteva “Vedi Napoli e poi muori“, frase che si perde nella notte dei tempi .Alla domanda rivolta a Domenico : perché proprio questa e non un’altra città? Ci risponde “perché Napoli? Perché e’ la città più bella e difficile del mondo “. Appuntamento allora questa sera con Domenico e Spaccanapoli. (MDL)

Commenti Facebook