Capodanno Gambatesano, con la parodia delle Maitunate

1032

La maintonata si porta a casa la sera di san Silvestro, vale a dire la notte del 31 dicembre. gruppi di gambatesani di ogni età sia uomini che donne organizzati in piccoli e strani complessi musicali ricchi di variegati strumenti escono per le strade del paese. Fisarmoniche, organetti, chitarre, strumenti ad ancia ottoni, a questi si aggiungono strumenti artigianali preparati dai componenti delle squadre nelle settimane precedenti, Bufù, tamburrell, acciarin, puntill, sunaglier… sono proprio questi ultimi a dare effetto e a creare emozioni particolari a chi suona a chi ascolta ma soprattutto al cantore ovvero il compositore delle maintonate.
Le squadre composte dal cantore da musicisti e da curiosi d’ogni parte d’Italia, iniziano il giro del paese. Giunti davanti alle case dei parenti, di amici di autorità, i gruppi improvvisano la maintonat. sulle novità, agli accadimenti della casa, e sarà la bravura del cantore a scatenare le risate dei presenti e i commenti più interessanti.
Il padrone di casa invita tutti i componenti e coloro che hanno assistito all’esibizione ad entrare in casa per consumare prodotti genuini, vino e dolciumi. E’ questo un altro lato caratteristico della manifestazione, nonostante toni piccanti e smascheramenti gli sfottuti non se la prendono ma si dimostrano ospitali e generosi. Usciti dalla casa dell’amico si raggiunge la casa del parente, del sindaco, della fidanzata…e così fino al mattino.
la notte dell’ultimo dell’anno ci si può permettere una nottata d’evasione, il molisano o l’ospite del Molise si ricordi che a Gambatesa, da secoli ormai, può assistere, anzi partecipare alla manifestazione di “Maidunat”, il fenomeno unico e irripetibile di teatro realistico e popolare della nostra regione. ( da www.maitunat.it)
In attesa della edizione 316 il video Maitunat Gambatesa – parodia

Commenti Facebook