Una delegazione molisana a Roma per aderire al Nuovo centro destra

652

fusco-perrellaC’era anche una rappresentanza molisana, con in testa il sottosegretario De Camillis e il rappresentante del consiglio regionale, Angiolina Fusco Perrella, al primo incontro del Nuovo centrodestra, che si è svolto a Roma. Con 30 senatori, 30 deputati, 9 europarlamentari e circa 80 consiglieri regionali la neo formazione di Angelino Alfano è già al lavoro per creare nuovi gruppi anche negli Enti locali. “Come è stato rimarcato dall’ex segretario del Pdl – dice la Fusco Perrella in una nota – e come ho ribadito nel mio intervento a Roma, puntiamo decisamente ad essere il più grande partito di centrodestra in Italia. Un partito che dovrà avere le proprie basi sul territorio, nelle periferie; le persone saranno scelte secondo un criterio imprescindibile, quello della meritocrazia e dunque dei consensi sul territoriali”.

La Fusco Perrella ha poi anche spiegato le ragioni che l’hanno spinta ad aderire alla neonata coalizione di centrodestra: “Stiamo vivendo una fase davvero drammatica per il nostro Paese – ha aggiunto la rappresentante di centrodestra in consiglio regionale – e l’obiettivo primario di una classe politica deve essere necessariamente fondato su una ripartenza dal basso, come dicevo poc’anzi dalle periferie. Il passato non si rinnega, assolutamente, ma di sicuro i tempi attuali ci richiedono una nuova progettualità. Ho notato, anche nei volti dei rappresentanti politici della mia regione che hanno aderito al nuovo partito, aria di cambiamento, e la cosa non può che farci ben sperare per il futuro. Sappiamo bene – aggiunge ancora Angiolina Fusco Perrella – che quella appena iniziata è una vera e propria scommessa; ma non temiamo affatto eventuali insidie perchè siamo pienamente consapevoli che, in questa fase così convulsa per la politica italiana in genere, noi rappresentanti dei cittadini abbiamo il dovere morale di provare a dar vita ad una nuova forza, espressione dei moderati, che, come ho già avuto modo di rimarcare, possa fare della responsabilità e della meritocrazia la forza del suo programma. Dobbiamo sapere coniugare al meglio le nostre capacità con la nostra credibilità. Noi rappresentanti regionali – conclude la Fusco Perrella – adesso dovremo lavorare per coinvolgere i cittadini in questa nuova avventura politica e soprattutto per dimostrare, con i fatti, la bontà di un progetto ambizioso che vuole contribuire, in maniera determinante, a riportare il centrodestra ad essere la prima coalizione in Italia”.

Commenti Facebook