Solidarietà/ La Rete della Casa dei diritti verso il Coronavirus

209

Comunicato stampa a firma dell’On. Laura Venittelli per la Casa Dei Diritti
La Casa dei Diritti ha ovviamente sospeso la possibilità di incontro per i richiedenti dei servizi offerti, ma non ha abbandonato la propria mission, trasferendo in ambito virtuale ma parimenti efficace alcune importanti consulenze: perché “Le parole muoiono se non vengono ascoltate!”
Il messaggio divulgato è sempre questo: #Restate a casa.
Ma accanto al monito più giusto, La Casa dei Diritti si trasferisce online con una “opportunità di aiuto telefonico” rivolto alle famiglie, agli anziani, ai giovani, ai lavoratori, agli ultimi che necessitano di consigli, soluzioni o anche di essere semplicemente ascoltati.
Ai tanti che vorrebbero “contattarci” per dar voce ai diritti negati e sospesi, per far emergere un bisogno o una difficoltà, la Casa dei diritti “c’è!”, per creare un ponte di solidarietà per la ricerca di possibili soluzioni, grazie anche alla disponibilità preziosa di don Aniello Manganiello – parroco anticamorra -, con la Garante regionale dei diritti della persona, Leontina Lanciano, con l’Osservatorio Nazionale Bullismo e disagio Giovanile, con Konsumer Italia Molise A.p.S., con gli avvocati dell’AIAF Molise, con l’associazione molisana degli psicologi di emergenza, con un gruppo di professionisti (avvocati psicologi e pedagogisti) e ha deciso di fare la propria parte, da rete di associazione del terzo settore, contro il Coronavirus.
Basta telefonare al numero 0875-766513. oppure contattando il sito www.lacasadeidiritti.it
Le parole muoiono se non vengono ascoltate!

Commenti Facebook