Scurti (PD): “Ospedale San Timoteo, Emergenza Covid-19 ferma alla fase 1”

231

Le immagini diffuse dalla stampa locale nel corso della giornata di ieri, mostrano
chiaramente, anche a chi continua a ripetere da mesi che il Servizio Sanitario Regionale è
efficiente e che la situazione è pienamente sotto controllo, che nel Basso Molise i
cittadini per vedersi garantito il diritto alla salute, dopo mesi di blocco totale, rischiano
concretamente di rimetterci la salute.


Vedere utenti, soprattutto anziani, in fila per ore sotto il sole cocente e senza avere una
chiara indicazione sul dove dirigersi per i servizi sanitari d’interesse, se non con cartelli di
fortuna scritti a pennarello ed apposti ai cancelli d’ingresso, è semplicemente vergognoso.
Spiace constatare dunque che nel Basso Molise, nonostante sia trascorso parecchio tempo
dal ritorno dell’operatività dei servizi sanitari assistenziali, le criticità legate agli accessi
contingenti per le regole imposte dal covid-19, unite alla carenza di personale,
continuano a creare grossi disagi ai pazienti.


Riteniamo dunque che non sia più tollerabile procrastinare all’infinito la risoluzione delle
problematiche che affliggono la sanità nel Basso Molise.
Sollecitiamo, pertanto, il Presidente della Regione, il Commissario Ad Acta e il Direttore
Generale dell’Asrem, ad affrontare e risolvere quanto prima le evidenti criticità che
stanno mettendo a dura prova ed in serio pericolo il diritto alla salute dei cittadini del
Basso Molise.
La salute, come l’acqua, è un diritto non mercificabile!!!


Il Segretario di Federazione Oscar Scurti
Federazione PD Basso Molise

Commenti Facebook