Reggia di Caserta, il Prof. Giovanni Cerchia (Unimol) nominato dal Ministro componente del CdA

173

Giovanni Cerchia, docente di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi del Molise, nominato componente del Consiglio di Amministrazione della Reggia di Caserta. A stabilirlo il Decreto (n° 596 del 21.12.2020) a firma del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini. 

Ancora una nomina ministeriale, di rilievo e di particolare rilevanza per tutta la comunità di UniMol e che attesta, ancora una volta la vivacità intellettuale, lo spessore culturale e la qualità accademica e di ricerca della componente docente dell’Università degli Studi del Molise.

“Il Consiglio di Amministrazione della Reggia di Caserta – si legge nel dispositivo del decreto di nomina – è composto dal direttore del museo, che lo presiede, da tre membri designati dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, di cui uno d’intesa con il Ministro dell’economia e delle finanze, e da un membro designato dal Consiglio superiore Beni culturali e paesaggistici, scelti tra esperti di chiara fama nel settore del patrimonio culturale”.

Il prof. Giovanni Cerchia, chiamato dunque dal Ministro Franceschini – tra gli esperti di chiara fama nel settore del patrimonio culturale – a ricoprire la carica di componente del Consiglio di Amministrazione della Reggia di Caserta.

Laureato in Scienze Politiche a Napoli nel maggio del 1991, ha conseguito il dottorato di ricerca a Milano nel 1997, lavorando fino al 2002 presso l’Università degli Studi di Roma «La Sapienza». 

Dal giugno 2004 al giugno 2006 ha coordinato la raccolta e il riordino del Fondo Pietro Ingrao presso Centro di iniziative e di studi per la Riforma dello Stato (CRS) di Roma, dirigendo poi lo stesso CRS fino al giugno del 2007. È membro dei comitati scientifici delle fondazioni Giorgio Amendola (Torino) e CRS-Pietro Ingrao (Roma), nonché consiglio direttivo dell’Istituto campano per la Storia della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Età contemporanea «Vera Lombardi». Nel marzo del 2019 è stato nominato direttore scientifico della Fondazione Giorgio Amendola.

Dal 2009 al 2013 è stato prima coordinatore e poi presidente del corso di laurea in Archeologia, Beni culturali e Turismo dell’Ateneo molisano. Nel maggio del 2009 ha partecipato ai lavori del «15th Education and Science Council Meeting» del UNWTO (United Nations World Tourism Organization), presso la sede centrale dell’organizzazione a Madrid.

Attualmente è vicedirettore del Dipartimento di Economia e coordina il Dottorato di ricerca in Innovazione e Gestione delle Risorse Pubbliche. È stato abilitato come professore ordinario nell’ottobre del 2018.

Le sue principali pubblicazioni sono dedicate alla storia della sinistra politica italiana nel Novecento e alle vicende della Seconda guerra mondiale nel Mezzogiorno d’Italia.

Commenti Facebook