Raddoppio Ferroviario/ la maggioranza al Comune di Termoli replica ai Cinque Stelle

175

“Come al solito quando non si ottengono risultati la colpa è sempre degli altri. Le accuse che ci vengono rivolte dal gruppo consiliare dei Cinque Stelle sulla questione del raddoppio ferroviario della tratta Termoli-Lesina sono campate in aria e strumentali. Loro stessi dichiarano di essersi battuti con i comitati per chiarire la questione delle barriere antirumore.

Ma una domanda sorge spontanea. Con chi si sono battuti e con quali risultati? E’ mai possibile che il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle, unitamente alla delegazione parlamentare molisana di riferimento, non abbia ottenuto nulla? Ebbene si, e lo ha fatto anche quando il presidente del Consiglio dei Ministri era Giuseppe Conte.

Adesso però che l’opera è stata commissariata la colpa è degli altri. Ancora una volta i
Cinque Stelle provano a nascondere sotto al tappeto gli sfaceli fatti dal Governo Conte che in maniera assolutamente antidemocratica ha provveduto a commissariare l’opera
depotenziando a quel punto di ogni potere gli Enti Locali. Consci della disfatta provano
nuovamente a puntare l’indice contro gli altri, cercando di additare colpe che la
maggioranza consiliare non ha e dimostrando ancora una volta la loro inadeguatezza
politica.

Un gruppo consiliare che poteva aiutare il territorio e che invece, puntualmente,
non ha portato nessun risultato. Proprio loro questa volta potevano giocare un ruolo
importante per il futuro della nostra Regione e invece hanno nuovamente dimostrato di
non essere in grado di farsi ascoltare nelle sedi opportune dove si sono rimessi alle
decisioni prese a livello romano.

comunale considerato che lo stesso Ministero è la parte garante dell’accordo della tratta
ferroviaria Termoli-Lesina”.

I gruppi di maggioranza al Comune di Termoli

Commenti Facebook