Proprietà nutritive e benefiche del melograno, il frutto che profuma di autunno

1071

L’origine della pianta del melograno non è certa, quella più accreditata la vede provenire dall’Asia sud occidentale. Ad oggi il melograno cresce ed è coltivato nelle zone mediterranee dell’Europa e dell’Asia, ma anche del Nord America. I suoi fiori e i suoi semi sono di color rosso, il suo frutto, chiamato melagrana, ha la forma di una mela. Come dice il nome stesso, contiene al suo interno moltissimi semi. Il nome deriva dal latino malum che significa mela e da granatum che significa con semi. In inglese antico era conosciuto col nome apple of Grenada (mela di Granada). Non a caso la città di Granada, in Spagna, ha nel suo stemma un melograno.

Il periodo di raccolta del melograno è l’autunno e data la notevole variabilità della specie ne esistono molte varietà. Il melograno è ricchissimo di antiossidanti, vitamina C (un solo melograno ne contiene quasi il 20% dell’intero fabbisogno giornalieri di un uomo adulto), vitamina K, vitamine del gruppo B, proteine e carboidrati.

Benefici e proprietà
Non solo il è melograno anti-infiammatorio naturale e ha un alto alto contenuto di acidi grassi essenziali, aiuta anche a promuovere la generazione cellulare e la riparazione della pelle. Tutto ciò lo rende uno dei pochissimi ingredienti naturali che possono realmente fare la differenza .
E’ stato dimostrato che i melograno può stimolare le cellule cheratinociti della pelle che contribuiscono la rigenerazione cellulare, rendendolo così un fantastico ingrediente anti-invecchiamento .
Le proprietà del melograno sono anche note per ridurre le probabilità di un attacco di cuore e dell’ictus, mantenendo i vasi sanguigni in condizioni perfette. L’acido ellaico, il principale ingrediente antiossidante presente nel succo di melograno, non si trova in nessun altro luogo in natura ed è pensato per abbassare il colesterolo cattivo, una delle principali cause dell’insufficienza cardiaca.
Grazie alla presenza di antiossidanti, tra cui gallico e ellagico , questo frutto ‘magico’ aiuta a proteggere la pelle contro i danni UVB, proteggendo le cellule del DNA dai danni dei radicali liberi . Inoltre,i melograni contribuiscono ad evitare il cancro della pelle, gli effetti dell’invecchiamento cutaneo e anche aiutare ad alleviare i sintomi delle scottature.
Il melograno è ricco di sostanze che possono contribuire a proteggerci dalle allergie, secondo quanto dimostrato dalle più recenti ricerche. Esse vengono denominate polifenoli e sembrano avere un ruolo fondamentale nel ridurre i processi biochimici che sono correlati alla comparsa delle allergie. La dottoressa Michelle Schoffro Cook ha approfondito l’argomento all’interno del libro “The Life Force Diet”.

Il melograno è versatile anche in cucina, si possono mangiare i chicchi , si possono aggiungere alle insalate, si possono abbinare ai dolci, al riso o anche alla carne.

Controindicazioni
L’assunzione di questo frutto abbassa la pressione sanguigna non bisogna consumarlo se si stanno assumendo farmaci per abbassare la pressione. Il melograno potrebbe influire sull’utilizzo di altri farmaci. Prima di assumerlo in casi del genere è sempre d’obbligo consultare un medico.

Commenti Facebook