MontagnAperta, a Capracotta il 28 settembre l’evento dedicato allo spreco alimentare

154

Dopo il notevole successo del 6 e 7 settembre, “montagnAperta”, il progetto dedicato al rilancio della montagna e delle sue culture attraverso un approccio multidisciplinare, torna con un altro focus decisamente attuale: il contrasto allo spreco alimentare.
Gli obiettivi:
“L’utilizzo responsabile di tutte le risorse disponibili è un tema ineludibile per il futuro del nostro pianeta. Tutti siamo chiamati a fare qualcosa e a dare il nostro contributo in questa che è un’autentica sfida di civiltà.
Combattere gli sprechi alimentari è una delle priorità che abbiamo davanti a noi.
Occorre prima di tutto un cambio culturale, un approccio nuovo rispetto alla sensibilizzazione dei cittadini a fare di più e meglio per evitare gli sprechi.
Bastano poche semplici misure per ottenere risultati straordinari e compiere autentiche opere di bene, nei confronti del nostro ambiente e di tutte quelle persone alle quali oggi non viene ancora garantito un sufficiente diritto al cibo.
MontagnAperta è anche questo: portare conoscenza e informazione su temi sensibili.
La lotta allo spreco alimentare e il diritto al cibo sono concetti molto attuali e noi, da Capracotta, vogliamo dare un contributo per cominciare a cambiare in meglio i nostri comportamenti.”

Candido Paglione, sindaco di Capracotta

Così come è avvenuto nelle date precedenti, il progetto selezionato dal bando regionale “Turismo è Cultura 2019” indetto dalla Regione Molise, montagnAperta si interroga sulla necessità di creare i presupposti per una attenta azione di valorizzazione delle filiere dotandosi di strumenti indispensabili per l’economia locale affrontando temi complessi in grado di trasformare una ulteriore sfida in opportunità.
Dove si svolge montagnAperta:
A Capracotta, borgo molisano a 1421 metri sul livello del mare, sarà palcoscenico naturale per gli eventi in calendario. La sala convegno dell’hotel “Conte Max” accoglierà i tavoli del 28 settembre, dalle ore 9.30.

Quando inizia montagnAperta:
Dopo gli eventi del 9 e 17 agosto con le presentazioni letterarie di Pier Paolo Giannubilo e Gianluca Purgatorio, il focus del 6 e 7 settembre 2019, la giornata conclusiva sarà il 28 settembre quando diversi esperti del settore dialogheranno in merito alle azioni contro lo spreco alimentare.
A concludere la mattinata, un evento davvero di livello: un pranzo dei “Tempi di Recupero” costruito a quattro mani con la chef Stefania di Pasquo di locanda Mammì e Arcangelo Tinari, chef di Villa Maiella premiato dalla stella Michelin.

Le tematiche di montagnAperta:
Letteratura, politiche territoriali, strategie e temi di attualità offriranno spunti di dialogo e formazione degli operatori rendendo più interessante la proposta locale.
Lo spopolamento delle Aree Interne, le difficoltà delle “terre alte d’Italia”, le sfide delle filiere turistiche ed alimentari, il contrasto agli sprechi diventano argomento di studio trasformando Capracotta nel luogo in cui promuovere buone pratiche internazionali per la futura costituzione di una vera e propria coalizione montana.
Il turismo, inteso come industria economica attenta alle tendenze dei mercati, troverà validi riferimenti in relatori noti per le loro buone pratiche stimolando nuove fasi formative per l’accoglienza e nuove progettualità di destinazione.
Non solo: Il riuso ed il contrasto allo spreco alimentare sono sfide importanti per l’economia globale, per questo il progetto montagnAperta vuole essere precursore ponendo il tema al centro dell’agenda dei lavori per le terre alte.

Programma

Capracotta, 28 settembre 2019 – ore 9.30
Sala convegni Albergo Conte Max

Saluti e introduzione:
CANDIDO PAGLIONE, Sindaco di Capracotta:
“Le tante facce dello spreco alimentare”

Modera il prof. Giampaolo Colavita

Intervengono:
ANTONIO SORICE – Presidente Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva
GIAMPAOLO COLAVITA – Docente Università del Molise
ROBERTO TUORTO – Direttore Banco Alimentare della Campania
CARLO CATANI – associazione Chef to Chef – progetto “Tempi di Recupero”
MARCO LEI – Ceo Impresa RE-FOOD – TORINO
ANIELLO ASCOLESE – direttore Coldiretti Molise
DINO CAMPOLIETI – direttore Cia Molise

A seguire, presso il ristorante Il Ginepro, “Il pranzo di Tempi di Recupero” a cura di Carlo Catani – ex direttore dell’Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN)
Il menù è stato ideato e realizzato dagli chef Stefania di Pasquo, recentemente premiata con la chiocciola 2020 del Gambero Rosso, e Arcangelo Tinari, chef del ristorante “Villa Maiella” già premiato con la stella Michelin nel 2010.

NB: È necessaria la prenotazione


sito web: www.montagnaperta.com
Pagina Facebook https://www.facebook.com/montagnAperta

Commenti Facebook