Le cure domiciliari esistono, il caso della “d.ssa Covid”

260

A quasi un anno dall’inizio della pandemia qualcosa si sta muovendo anche per quanto riguarda le cure per il Covid-19. Tanti Medici stanno comprendendo che la vera soluzione consiste nella terapia domiciliare precoce, ovvero nel curare il paziente subito, alla comparsa dei primi sintomi quando ancora e’ a casa.


Il Movimento IppocrateOrg e’ nato proprio con questo fine: riunire questi Medici e metterli in contatto con piu’ pazienti possibili.


E tanti pazienti ne ha infatti incontrati la Dottoressa Maria Teresa Francavilla, Medico di Medicina Generale di Castelfranco Emilia (MO) che, grazie alla telemedicina, ha curato e guarito la signora Luisa di Termoli, una cittadina molisana e dopo di lei parte del condominio ed altre persone .

“Da quando ho conosciuto il Movimento Ippocrate, affianco la mia professione in studio alla cura del Covid per quei pazienti che si rivolgono a noi. Lo faccio, come tutti gli altri Medici del Movimento, in maniera del tutto volontaria – ci racconta la Dottoressa Francavilla – dedicando ai pazienti Covid ogni momento libero della mia giornata (e della notte!). Un giorno ho ricevuto una mail da una signora molisana risultata positiva al test, insieme alla sua famiglia, ma la preoccupazione maggiore era per la persona più anziana della famiglia, la sua mamma.

Dopo aver attentamente ascoltato la paziente e consigliato la visita da parte di qualche medico o servizio locale per valutare lo stadio della malattia, senza alcun risultato, ho proposto la terapia più idonea al suo stato che la signora ha seguito scrupolosamente. Ci sentivamo quotidianamente fino a completa guarigione. Felice della sua esperienza mi ha chiesto se poteva divulgare il mio numero ad amici e conoscenti. Naturalmente ho accettato e nel giro di poco tempo ho iniziato a ricevere chiamate da più parti della cittadina ”.

“E’ vero – ci testimonia la Signora Luisa – la Dottoressa ha curato tante persone del paese, tanto che le hanno dato il soprannome di Dottoressa Covid. Mia figlia aveva sentito parlare di Ippocrate e quando mi sono ammalata di Covid ha inviato una mail. Per la verita’ non era molto sicura che ci avrebbero risposto ma dopo poche ora la Dottoressa ci ha contattati e da li’ e’ iniziato il mio processo di cura e guarigione. Naturalmente data l’ottima esperienza mia e di mia figlia, abbiamo diffuso la voce”

“Con una strategia fatta di tempestività e farmaci da prontuario facilmente reperibili – continua la Dottoressa Covid – abbiamo ottenuto un indice di successo elevatissimo, dimostrando come spesso la terapia basata su scienza e coscienza del medico a contatto con il malato, porta a risultati incredibili.

Basate su questa importante evidenza clinica sono nate le Linee Guida del Movimento IppocretOrg.Org che ci confermano che se preso in tempo, il Covid si puo’ curare evitando quasi sempre l’ospedalizzazione. Quello che di fatto serve in questo momento sono i Medici e voglio approfittare di questa intervista per fare un sincero appello a tutti i miei colleghi perche’ vadano sul sito IppocrateOrg.org per dare la loro disponibilita’. Non siamo soli, le cure ci sono e funzionano ma abbiamo bisogno di essere ancora di piu’ per aiutare tanti pazienti che ancora purtroppo si ammalano”.


La Signora Luisa vuole aggiungere un ufficiale ringraziamento alla Dottoressa Francavilla “per la dedizione, umanita’ e quotidiana attenzione dimostrata a tutti i suoi pazienti”
Le parole della Dottoressa Francavilla e della sua paziente ci rincuorano profondamente perchè lasciano intravvedere una grande speranza: arrivare nelle case delle persone contrastando la malattia sul nascere, quindi alleggerire gli ospedali e le terapie intensive tornando finalmente alla nostra vita di prima, magari in modo più consapevole e consci del fatto che solo insieme, lavorando nella stessa direzione, si può vincere qualsiasi battaglia.

Commenti Facebook