Lavoratori Molise Acque, la posizione della Uil

243

La UIL ha incontrato il CDA di Molise Acque, chiedendo di proseguire nel confronto avviato e riaprire il tavolo per la definizione di un accordo con che possa dare ai lavoratori l’opportunità di continuare a prestare servizio presso l’Azienda attraverso una nuova contrattualizzazione e per giungere alla definitiva stabilizzazione,  mediante la valorizzazione dell’anzianità di servizio. Ad oggi, infatti, occorre uscire urgentemente dal “limbo” nel quale attualmente è confinata tutta la vicenda, arenata già da troppo tempo.

Quanto sta accadendo in queste ore, con la disperazione di tantissimi lavoratori, va affrontato immediatamente con senso di responsabilità da parte di tutti.

Purtroppo ci rammarica sottolineare che nelle ultime ore sia circolata una nota stampa, mai concordata dalla Uil e ripresa anche da rappresentanti delle istituzioni, che ci ha visti coinvolti. A riguardo, dichiariamo la nostra totale estraneità ad essa e ribadiamo che  non ci appartiene né la nota né il suo contenuto.

La posizione della UIL resta coerentemente la medesima, ribadita nel corso delle tante riunioni e che punta alla definizione di un accordo che preveda tempi certi per giungere alla trasformazione del contratto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, stante la disponibilità finanziaria ormai storicizzata, utile in prospettiva.

Bisogna attivare subito le necessarie procedure per raggiungere l’obiettivo comune di lavoratori e Azienda a garanzia dei servizi di pubblica utilità e la valorizzazione dei lavoratori.

Questa è la posizione della Uil, che vede nel dialogo avviato – e da ripristinare – la strada migliore che il Sindacato deve seguire per giungere a una soluzione definitiva, che salvaguardi l’occupazione di tutti quei lavoratori che non devono essere lasciati a casa neppure per un giorno.”

Commenti Facebook