La droga che avanza, D’Alessandro: “vigilare e denunciare”

84

Ancora un colpo allo spaccio di sostanze stupefacenti, ancora degli arresti e delle denunce, ed ancora dei sequestri di droga. L’ennesima operazione dei carabinieri, ieri a Campobasso, evidenzia le criticità di questa città.
Un luogo non nuovo a questo fenomeno, che si sviluppa soprattutto nel centro storico e in qualche periferia.


“La droga – sottolinea con forza la consigliera della Lega al Comune di Campobasso, Maria Domenica D’Alessandro – è un problema trasversale, un cancro che penetra e distrugge inesorabilmente il tessuto sociale ed economico del territorio. Sentire le sirene, l’elicottero che sorvola la città, vedere le forze dell’ordine in azione e leggere di fatti così gravi, è un dolore che colpisce l’intera comunità”.


L’esponente di palazzo san Giorgio è particolarmente attenta alla tematica e segue da sempre le singole vicende legate al consumo e allo spaccio di stupefacenti.
“Ho sempre creduto e sostenuto – aggiunge D’Alessandro – che Campobasso sia un bella realtà in cui vivere, ma affinchè tale condizione persista bisognerebbe vigilare costantemente. Gli stessi cittadini dovrebbero farlo, segnalando qualsiasi anomalia agli organi preposti. Personalmente cercherò di sollecitare, in consiglio comunale, azioni atte a scongiurare il diffondersi di tale fenomeno e il degrado di alcune aree”.

Commenti Facebook