Istituzione EGAM e criticità riguardanti l’affidamento della gestione del servizio idrico integrato: interviene il Comitato acqua pubblica Molise

659

Il Comitato acqua pubblica Molise, alla luce dei recenti avvenimenti concernenti l’istituzione del nuovo ente EGAM e l’affidamento della gestione del servizio idrico integrato (SII), preoccupati per la vicinanza del 30 settembre 2015, data entro la quale si dovrà redigere il Piano d’Ambito, ribadisce la volontà popolare espressa con il referendum del giugno 2011, secondo cui la gestione del SII deve essere pubblica e partecipata.
Per questo motivo il Comitato acqua pubblica Molise chiede alla giunta regionale il perché del ritardo nel legiferare in materia, visto che i termini della scadenza erano noti già dal 2013. Il Comitato ritiene inoltre che la Regione Molise debba necessariamente dare un indirizzo politico chiaro ed esplicito a favore di una gestione pubblica del SII, così come espresso anche dalla legge di istituzione dell’azienda speciale Molise acque, non attraverso facili dichiarazioni di facciata ma con concreti atti amministrativi e legislativi.
Il Comitato acqua pubblica Molise chiede a tutti i sindaci dei comuni che costituiranno l’EGAM di attivarsi celermente, affinché la gestione del SII resti totalmente pubblica e per scongiurare il commissariamento dell’EGAM stesso, che rappresenterebbe l’apripista per la privatizzazione.
Il Comitato invita tutti i soggetti politici e sociali ad una nuova mobilitazione e a restare vigili, affinché sia rispettata la volontà popolare sulla gestione pubblica del SII.

Commenti Facebook