Insediamento della Commissione Politiche Sociali e Confronto Stato Regioni sulla Legge di Stabilità

722

Per le 14,30 del 14 ottobre è prevista presso la sede nazionale della Conferenza delle Regioni in Via Parigi, 11 a Roma l’insediamento della Commissione Politiche Sociali presieduta dalla Regione Molise. Tre i punti posti all’ordine del giorno con la relazione del Direttore Generale del Ministero del Lavoro, Raffaele Tangorra, sui contenuti della legge di stabilità 2016, l’esame del Piano Nazionale contro la povertà e la designazione di un rappresentante della Conferenza nella Commissione della rete SPRAR per i richiedenti asilo e i rifugiati.
Alle 10,30 presso la sede della Regione Molise, in Via del Pozzetto a Roma, il Direttore Michele Colavita, coordinerà la sezione tecnica della Conferenza delle Regioni sulle Politiche Sociali VIII Commissione che si occupa di “servizi sociali, politiche dell’infanzia, dei giovani, per la famiglia, per gli anziani e per le non autosufficienze, pari opportunità, previdenza complementare ed integrativa”.
Sempre per il 14 ottobre sono previste le riunioni della Commissione Salute alle ore 11,00 al CINSEDO, della Commissione Affari Istituzionali presso la Regione Calabria alle ore 15,30 e della Commissione Lavoro e Istruzione alle ore 16,00 presso la Regione Toscana.
Il tema dirimente delle riunioni in programma sarà quello di effettuare le prime valutazioni sulle anticipazioni inerenti la proposta di legge di stabilità 2016 che come è noto ipotizza tagli per 4,2 miliardi a danno delle regioni con connessi rischi per la qualità e la quantità dei servizi erogati.
La Regione Molise, nel mentre in Parlamento viene approvato con troppa fretta ed eccessiva superficialità un ordine del giorno che smembra i territori e accorpa le regioni, intende svolgere le proprie funzioni di coordinamento nazionale della Conferenza sulle Politiche Sociali affermando con i fatti un principio di pari dignità costituzionale tra i diversi livelli istituzionali dello Stato, a servizio di un’idea di uguaglianza amministrativa fondata sulla parità di diritti tra tutti i cittadini italiani.

Commenti Facebook