Il sindacato CSA diffida il direttore dell’Arpc Mastronardi e il Presidente Frattura

491

Continua l’attività discriminatoria contro questo Sindacato CSA REGIONI AUTONOMIE LOCALI posta in essere dall’Agenzia Regionale Protezione Civile e dalla Regione Molise.
Infatti, ancora una volta, il CSA è stato escluso dalle trattative sindacali che si sono tenute in data 17.02.2014, alle ore 15.00 presso la sede dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile la cui convocazione è stata disposta dal Direttore Dott. Emidio Mastronardi con atto del 12.02.2014.
Tutti sono stati inviati, anche chi non ne aveva diritto, tranne il CSA che pur risultando tra i destinatari dell’invito, non è stato invitato.

Si ha motivo di ritenere che il CSA è stato ormai preso di mira dai vertici dell’ARPC e dalla Regione Molise, forse perché la sera del 10.02.2014 si rifiutò di sottoscrivere quell’illegittimo accordo riguardante i precari dell’ARPC, in quanto si riservò di sentire prima i lavoratori; lavoratori che peraltro quell’accordo lo hanno severamente bocciato ed hanno dato mandato esclusivamente a questo CSA nel quale hanno fiducia, di tutelarli in ogni sede.
Tanto premesso si DIFFIDA il Direttore dell’ARPC Dott. Mastronardi ed il Presidente della Regione Molise a rimuovere la suddetta condotta antisindacale e discriminatoria con il conseguente annullamento di tutti gli atti trattati in violazione delle corrette relazioni sindacali.

Commenti Facebook