Il nostro sistema ferroviario è fonte di continue meraviglie; ora vediamo circolare “treni scortati”

478

Il fatto  è  noto, per una inedita disfunzione di sistema un treno è rimasto bloccato, questa vota non da una avaria, ma dal sistema dei passaggi a livello ingovernati  per cui, per motivi di sicurezza, il treno ha dovuto essere accompagnato dai nostri benemeriti carabinieri per superare tre passaggi a livello   rimasti aperti da Carpinone a Boiano. Dal male può nascere il bene. Dinanzi a questo clamoroso episodio  si capirà  perché  da anni ci stiamo battendo perché il DCO, trasferito dal Molise a Bari, torni in regione.
Il DCO  è la struttura  tecnica e umana che governa la rete ferroviaria; scambi sulla linea  molisana a binario unico, passaggi a livello, impianti di scambio e cosi via. Secondo Ferrovie Italiane portare  il DCO molisano a Bari  era una “razionalizzazione”.  Non si è risparmiato nulla dei soldi che lo Stato, quindi i cittadini  contribuenti utenti, assegnano a Ferrovie Italiane per il trasporto locale, quindi anche per il servizio nel Molise.
Come tutti avranno constatato , da quando alcuni anni addietro  il DCO è stato trasferito  a Bari, il servizio  è notevolmente peggiorato. Il DCO a Bari è costato di più per farlo funzionare male come sappiamo ed è comprensibile che una struttura dislocata su una linea principale consideri il sistema ferroviario molisano una linea “secondaria” le cui esigenze si mettono in coda; anzi non è affatto comprensibile , è la solita e sempre più diffusa discriminazione tra cittadini di serie A e quelli di serie B.
Ancora una volta torniamo a dire che obiettivi immediati, per rendere almeno sopportabile il servizio ferroviario molisano. sono il DCO autonomo nel Molise e l’officina o il punto di manutenzione a Campobasso. Il punto di manutenzione a Campobasso per i piccoli guasti significa meno treni che restano per strada e notevole risparmio di Km-treno  che vengono impegnati  per condurre  i convogli in officina anche per inerzie, km-treno che potrebbero essere impegnati per rafforzare il servizio. Sono provvedimenti che non comporrebbero costi  nuovi o aggiuntivi e non si attuano perché Ferrovie  Italiane si ritiene  infallibile, non rivede mai niente, rigida ed ottusa anche quando fa le cavolate.
Noi restiamo sempre impegnati, condividiamo, sosteniamo gli interventi strutturali, elettrificazione della linea, nuovi convogli, metropolitana leggera ecc. Sono obiettivi per i quali ci siamo battuti anche in tempi diversi, in solitudine, quando battersi per le ferrovie molisane ci faceva sembrare come dei primordiali  mentre si prospettavano alte velocità, treni in sospensione, autostrade  del futuro che rimarranno nel futuro. ( Forum del trasporto pubblico locale)

Commenti Facebook