Fondi per le strade interpoderali: scelta condivisa da maggioranza e opposizione a Sant’Elia a Pianisi

688

Il gruppo di opposizione del Comune di Sant’Elia a Pianisi “Partecipazione e Rinnovamento” esprime compiacimento per la decisione della giunta comunale di destinare la somma di 2.500,00 euro per la sistemazione di strade interpoderali impercorribile a causa del terreno franato e degli smottamenti, con l’auspicio che, come dichiarato pubblicamente, tale importo sia incrementato in futuro, riuscendo a dotare le zone pericolose anche di opportuna segnaletica per evitare danni a persone o cose.  Tale    scelta condivisa tiene nella giusta considerazione le pressanti richieste dei cittadini e le esigenze degli agricoltori che rappresentano una percentuale consistente della popolazione.
A questo riguardo il gruppo di opposizione, nell’ultimo consiglio comunale del 30 aprile 2015,  ha espressamente richiesto alla maggioranza di riservare maggiore attenzione e risorse alla viabilità interna per evitare che le strade dissestate penalizzino le attività dell’agricoltura. “Chiediamo – hanno dichiarato in assise – di esaminare bene la questione per monitorare la situazione generale del territorio in vista di un necessario impegno di risorse da destinare alla viabilità interna”.
Altro impegno richiesto dal gruppo nel corso del consiglio comunale è quello di  risolvere il problema della fornitura dell’acqua che da troppi mesi arriva ad intermittenza, creando non pochi disagi, in particolare ai residenti di Corso Laudo e delle varie traverse, che già dalle prime ore pomeridiane non possono più disporne per i propri bisogni. Nella nota della opposizione si legge:  “Come si evince dalla relazione al rendiconto 2014, nella parte “Finanze e Tributi”– Tassi di Copertura per il Servizio Idrico, nel 2014 si registra la somma di € 66.626,66 in entrata, mentre in uscita quella di € 136.674,60, con una copertura della spesa corrispondente al 48,75%. La somma di € 136.674,60 ci sembra esorbitante, considerando anche che nel 2009 – anno in cui la popolazione era di numero (2.200 unità) decisamente superiore all’attuale (1.830 unità) le uscite si attestavano a circa € 82.058,62.
A fronte dei costi quasi raddoppiati, corrisponde un inevitabile aumento dei tributi, che vanno inevitabilmente a gravare sulle tasche dei cittadini santeliani e a cui, purtroppo, non corrisponde poi una erogazione adeguata dei servizi”.
L’opposizione, pertanto, sollecita la maggioranza ad investire più risorse negli interventi diretti alla risoluzione definitiva di un problema che condiziona la vivibilità dei santeliani, proponendo di  prospettare unitamente nuove soluzioni che riportino la prioritaria attenzione sulle problematiche quotidiane della comunità, come la mancanza di acqua e riequilibrandole con l’attenzione che si riserva alle manifestazioni culturali e ricreative in genere, che rivestono importanza. ma sicuramente secondaria.

Commenti Facebook