Con Fattore Futuro McDonald’s porta il pollo molisano in tutta Italia

883

Vengono dalla provincia di Campobasso i tre giovani allevatori selezionati da McDonald’s nell’ambito del progetto Fattore Futuro, nello specifico con riferimento alla filiera avicola. Grazie a questo risultato, per il prossimo triennio i tre imprenditori molisani forniranno a McDonald’s la carne di pollo che viene utilizzata per la produzione tutta italiana – grazie a un accordo con Amadori – dei prodotti a base di pollo serviti da McDonald’s nei suoi 514 ristoranti nel nostro Paese, dal McChicken ai Chicken McNuggets alla Cesar Salad. Il progetto Fattore Futuro, nato con l’obiettivo di accompagnare e aiutare i giovani agricoltori nello sviluppo delle proprie aziende, ha ricevuto il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF). I 20 imprenditori selezionati per entrare a far parte dei fornitori italiani di McDonald’s sono stati scelti tra oltre 130 candidati con meno di 40 anni e con un progetto di innovazione e sostenibilità per la propria azienda. Sette le filiere coinvolte: carne bovina, carne avicola, pane, insalata, patata, frutta, latte.

Questi i tre giovani agricoltori molisani selezionati per la fornitura di pollo:

Vincenzo Petitti, 26 anni, di Rotello, ha deciso di avviare un progetto nuovo dopo aver rilevato l’azienda familiare. Il suo obiettivo è realizzare un impianto che generi calore per il riscaldamento bruciando pollina (concime organico), in modo da trasformare un “rifiuto” in una risorsa, e installare pannelli fotovoltaici o una pala eolica per auto-produrre energia elettrica da fonti rinnovabili.

Anche il ventinovenne Massimo Liberatore, di Palata, ha scelto di dare un nuovo impulso all’attività familiare. Dopo aver costruito un nuovo capannone dedicato all’allevamento del pollame, ha introdotto un impianto fotovoltaico in grado di fornire la metà del fabbisogno energetico e un impianto di areazione e disinfezione all’avanguardia. Una curiosità: in seguito a un viaggio in Cina dove vive la sorella, Massimo ha deciso di diventare uno dei primi coltivatori di bambù in Italia.

Infine, Massimo Campitelli, 27 anni di Larino, insieme al gemello Franco ha deciso di affiancare il padre e la madre nella gestione e nell’ampliamento dell’azienda agricola di famiglia. Dopo aver costruito una nuova struttura per l’allevamento avicolo, Massimo e Franco vogliono condurre l’azienda verso percorsi innovativi, sfruttando quanto più possibile l’energia rinnovabile.

Con Fattore Futuro McDonald’s ribadisce il proprio impegno nei confronti dell’industria agro-alimentare italiana: i 20 giovani agricoltori selezionati infatti andranno ad aggiungersi alle aziende italiane fornitrici dell’insegna, che già oggi rappresentano l’80% dei fornitori totali.

Commenti Facebook