Centri per l’Impiego, mobilità in deroga, convenzione ABI e area di crisi

932

Dopo la riunione del 18 dicembre del Comitato Regionale per la Prevenzione e la Sicurezza sui luoghi di lavoro che ha preso atto della Delibera di Giunta n.639 del 23.11.2015 con cui si adotta il Regolamento e si avviano le procedure per la ricomposizione dell’importante Organo di Vigilanza su una materia delicatissima, si terrà oggi alle 15.30 la Commissione Tripartita con INPS, Province, Italia Lavoro, Ministero, Regione e Parti Sociali. Nella sessione sarà esaminata la Convenzione del 2.12.2015 col Ministero del Lavoro per la gestione delle Politiche Attive per assicurare i Livelli Essenziali delle Prestazioni sanciti nel D.L.vo 150/2015. In particolare ci si soffermerà sulla funzionalità dei Centri per l’Impiego, e sullo strumento dell’avvalimento che la Regione utilizzerà per la gestione delle 42 unità a tempo indeterminato e dei contratti a termine e/o altri operatori delle Province. Gli altri punti all’ordine del giorno riguardano il recepimento del rinnovo della Convenzione Nazionale tra Parti Sociali e l’Associazione delle Banche Italiane sull’anticipo delle indennità di cassa integrazione avvenuto a Roma il 25.11.2015, e la verifica dei tempi di pagamento dell’INPS degli ammortizzatori sociali in deroga sulle annualità 2014 e 2015. Altra materia rilevante all’esame della Commissione Regione Tripartita sarà quella riferita alle proposte tecniche da elaborare per il reinserimento lavorativo e la ricollocazione degli addetti delle aziende menzionate nel Decreto di riconoscimento dell’area di crisi del 7.08.2015. Il responsabile del nucleo tecnico regionale, Claudio Iocca, riferirà sull’impostazione concordata con i Centri per l’Impiego, INPS e Italia Lavoro, per certificare sia la platea dei lavoratori coinvolti e sia per le metodologie da far inserire presso il Ministero dello Sviluppo nel redigendo Accordo di Programma Quadro. Il riferimento della Tripartita nel gruppo di coordinamento interministeriale nazionale è il dott. Ieva nominato dal Ministero del Lavoro per seguire lo specifico degli strumenti di politiche attive, incentivi alla ricollocazione e sostegno al reinserimento occupazionale e/o all’autoimpiego. Entro il primo quadrimestre del 2016 si dovrà stilare l’Accordo di Programma a Roma ed è utile coinvolgere tutte le rappresentanze sociali nazionali, regionali e locali per acquisire ogni proposta tesa ad agevolare i lavoratori interessati.

Commenti Facebook