Celebrazione 10a Giornata per la custodia del Creato e 36a Giornata Mondiale del Turismo 2015

943

Con le indicazioni dei temi “Un umano rinnovato, per abitare la terra” “Un miliardo di turisti, un miliardo di opportunità” rispettivamente della Giornata Mondiale del Creato e del Turismo 2015, l’Ufficio diocesano per la pastorale del Turismo e Sport e pastorale Sociale per il Lavoro e Salvaguardia del Creato, in collaborazione con il Comune di Sant’Elia a Pianisi, l’associazione “I Cammini d’Europa” e la Regione Molise, promuovono un incontro unitario di riflessione, studio e opportunità, intorno all’attualità dei due temi mondiali indicati dal Vaticano e dalla CEI. Sabato 12 settembre 2015 – Natività B.V. Maria – l’incontro tematico si terrà dalle ore 15,00 nella sala convegni Padre Alessandro dell’Istituto Scolastico a Sant’Elia a Pianisi (CB). La giornata dal tema “Laudato sì: rinnovare l’umano per custodire il creato” prevede interventi tematici a partire dalla relazione di mons. Bregantini su “Il Molise legge con gioia il messaggio dell’Enciclica sul creato e si impegna a viverlo” a interventi sui Cammini -idee e progetti – per valorizzare le aree interne del Molise, a interventi sull’olio come tipicità della zona ed infine interventi su Arte e Fede con riferimenti ad affreschi ed opere artistiche di cui Sant’Elia vanta ricchezza. Nel programma della giornata è prevista anche una visita guidata. Sant’Elia è meta di itinerari turistico religiosi e di Cammini poiché il Convento dei Cappuccini santeliani ospitò per lungo tempo padre Pio da Pietrelcina. Si è ormai affievolito il concetto classico di “turista” – riporta nel Messaggio per la Giornata Mondiale del turismo 2015 il Card. Vegliò – mentre si è rafforzato quello di “viaggiatore”, ovvero, colui che non si limita a visitare un luogo, ma, in qualche modo, ne diventa parte integrante. È nato il “cittadino del mondo”. Non più vedere ma appartenere, non curiosare ma vivere, non più analizzare ma aderire. Non senza il rispetto di ciò e di chi si incontra. Nell’ultima enciclica, Papa Francesco ci invita ad accostarci alla natura con “apertura allo stupore e alla meraviglia”, parlando “il linguaggio della fraternità e della bellezza nella nostra relazione con il mondo” (Laudato si’, n. 11). Ecco il giusto approccio da adottare nei confronti dei luoghi e dei popoli visitati. È questa la strada per cogliere un miliardo di opportunità e farle fruttare ancora di più”. Il turista è sempre più alla ricerca di un contatto diretto con il diverso nella sua straordinarietà. La giornata diocesana unitaria sul Turismo e Creato, una consuetudine e un momento celebrativo che la diocesi ha consolidato grazie all’intento del Presule di Campobasso che, come ogni anno, inserisce nel calendario delle attività pastorali la Celebrazione delle due giornate mondiali, sancite dai calendari CEI e Pontificio : la Giornata Mondiale del Creato (1 settembre) e la Giornata Mondiale del Turismo (27 settembre).

Commenti Facebook