Campomarino/Spaccio stupefacenti, ordine di carcerazione nei confronti di un 45enne originario della provincia di Foggia

234

La Stazione Carabinieri di Campomarino, dipendente dalla Compagnia di Termoli, ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Sorveglianza presso il Distretto della Corte d’Appello di Campobasso nei confronti di un 45enne originario della provincia di Foggia.
Sul capo dell’uomo pendeva l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reato commesso il 17 ottobre 2013 quando fu arrestato in Termoli dai Carabinieri della locale Compagnia e tradotto in carcere. All’epoca lo stesso fu sottoposto a controllo e perquisito mentre si trovava a bordo della propria autovettura, venendo trovato in possesso di grammi 10,00 di hashish. La successiva perquisizione domiciliare consentì altresì di rinvenire, all’interno dell’abitazione del medesimo, chilogrammi 1,102 di hashish, grammi 32,50 di cocaina e materiale vario per il confezionamento degli stupefacenti.
L’odierno provvedimento restrittivo scaturisce da violazioni alle prescrizioni – imposte dall’affidamento in prova ai servizi sociali cui l’uomo si trovava sottoposto in seguito all’originaria condanna ad anni 3 (tre) di reclusione per i citati fatti del 2013 – commesse nell’ottobre scorso ed accertate dai militari della Stazione Carabinieri di Campomarino durante mirati servizi di controllo del territorio.
Il 45enne pertanto, previa notifica ed esecuzione del provvedimento, è stato tradotto presso la propria abitazione per ivi espiare, in regime di detenzione domiciliare, la pena di mesi 1 (uno) di reclusione.
Continua quindi incessante, nell’ambito delle più ampie e mirate direttive del Comando Provinciale Carabinieri di Campobasso, l’attività di controllo del territorio da parte dei militari della Compagnia di Termoli, finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati con particolare riferimento a quelli di maggiore allarme sociale, al fine di fornire la massima sicurezza reale ai cittadini ed una sempre maggiore percezione della stessa.

Commenti Facebook