Bando di concorso per 42 Medici in Polizia di Stato

440

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 4^ Serie speciale “Concorsi ed esami” del 15 maggio 2020 è pubblicato il bando del concorso pubblico, per titoli ed esami, per il conferimento di 42 medici da immettere nella qualifica iniziale della carriera dei medici della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia del 13 maggio 2020.

Le risorse saranno assegnate come di seguito indicato:
15 posti per Medicina del lavoro;
14 posti per Medicina legale;
5 posti per Psichiatria;
2 posti per Ortopedia;
1 posto per Dermatologia;
1 posto per Medicina interna ed equipollenti;
1 posto per Chirurgia generale ed equipollenti;
1 posto per Malattie infettive;
1 posto per Medicina dello sport;
1 posto per Fisiatria.
Si segnala inoltre che sui posti a concorso operano talune riserve.

REQUISITI
cittadinanza italiana;
godimento dei diritti politici;
età inferiore ai 35 anni (non compiuti);
laurea in Medicina e Chirurgia;
abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo;
iscrizione all’albo professionale;
idoneità psico fisica;
assenza di condanne a pena detentiva per delitti non colposi e di misure di sicurezza e prevenzione;
non essere stati espulsi dalle Forze Armate e da corpi militarmente organizzati;
non essere stati destituiti da pubblici uffici, dispensati dall’impiego per persistente insufficiente rendimento;
non essere dichiarati decaduti da un impiego statale;
non essere stati espulsi da un corso di formazione finalizzato all’immissione nel ruolo dei direttivi medici della polizia di Stato;
non essere stati dichiarati obiettori di coscienza e ammessi a prestare servizio militare non armato o servizio sostitutivo civile, eccetto rinuncia formale a tale status.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 00.00 del 16 maggio 2020 alle ore 23.59 del 15 giugno 2020, utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it (cliccando sull’icona “Concorso pubblico”). Il candidato dovrà inoltre essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui personalmente intestato, dove riceverà le comunicazioni relative al concorso.

Commenti Facebook