Angoli del Molise/ la venerazione della Madonna del Carmine a Riccia (video)

529

di Mariateresa Di Lallo e Tina Piano*

La cittadina di Riccia (CB) è definita città mariana, in quanto ha diverse chiese dedicate all’Immacolata, all’Annunziata, all’Assunta e alla Madonna del Rosario, al Carmine e alla Madonna di Montevergine.

Molto senita è la festività legata alla Madonna del Carmine o del Carmelo. Il Santuario della Madonna del Carmine, a pianta ottagonale, conserva un portale ottocentesco: l’iscrizione in latino ricorda l’anno 1875 ed il nome “Franciscus Ruggiero fecit opus”. Presente al suo interno un trittico in legno che rappresenta la Madonna con i profeti Elia ed Eliseo, nella parte inferiore il Battista, S. Michele e S. Alberto.
La statua della Vergine del Carmelo con Bambino venne commissionata solo nel 1876, opera di Luigi Caputo di Napoli realizzata in legno di tiglio. La chiesa rimase abbandonata dal 1653, anno della cacciata dei Carmelitani, al 1704 anno in cui il cardinale Orsini intervenne con generoose offerte in modo da riaprire l’edificio al culto.

La festa religiosa viene celebrata il 16 luglio con solenne messa e processione. VIDEO di Nunzia Panichella

*Di Lallo -giornalista, ricercatrice ed esperta di tradizioni popolari del Molise
*Piano -ideatrice del progetto e marketing -Terminus

Commenti Facebook