Allo Chalet di Bartolo il tramando delle ricette e Haber adotta un albero della pineta

504

haberteresa1Prosegue di ricetta in ricetta la missione della cena rurale a Montagano. L’iniziativa dello Chalet di Bartolo, il ristorante di Alessandro Mura, immerso nell’accogliente pineta alla periferia del paese, vivrà giovedì 6 febbraio una nuova, interessante serata. Serata che, nella forma di un atmosferico convivio rurale, nasce sotto i migliori auspici. Venerdì scorso, infatti, durante la sua visita molisana, il grande Alessandro Haber, estroso attore di comprovata bravura, ha trovato il tempo di salutare gli amici del Pachamama, Club Studio montaganese e trincea culturale che lavora in rete con lo Chalet di Bartolo. Per l’occasione, Haber ha deciso di adottare un albero della pineta di Montagano. Da qui la firma di una targa in legno che, prossimamente, sarà legata a un pino presente nella zona indicata. L’area verde, infatti, è stata divisa in piazzole, ognuna delle quali riservata a un’arte.

C’è quella dei musicisti e c’è pure quella dedicata al teatro.  E’ questa l’idea attraverso cui il Pachamama e lo Chalet intendono dare un messaggio di resistenza culturale e di apertura al futuro. Nella cena di giovedì sarà possibile dare un’occhiata anche al progetto del tramando. Si tratta di un ricettario che viene riempito dalle persone anziane del posto, che, raggiungono lo Chalet di Bartolo, per ‘passare’ la ricetta affinché la stessa non si perda nell’oblio del Molise effimero di oggi. “E’ il nostro modo di rispettare il passato, guardando al futuro” spiega Alessandro Mura. Il progetto nasce dal desiderio di fare rete e di mettere insieme risorse del territorio e cervelli pronti a recepire i segnali del nuovo mondo, fatto di comunicazioni convergenti e di collaborazione.
La scorsa settimana è avvenuto il primo tramando di una ricetta, ad opera dell’anziano maestro fornaio di Montagano, Claudio Armasano. La settimana prossima un’altra ricetta da ‘registrare’ per i posteri, sempre con l’obiettivo di salvaguardare la tradizione culinaria locale. Due tramandi al mese e, presto, il ricettario sarà realmente tale.
Nel frattempo, giovedì 6 febbraio, subito l’occasione per sperimentare le prime commistioni tra ricette della tradizione e prodotti delle aziende locali. Appuntamento alle 20 allo Chalet di Bartolo.

Commenti Facebook