Sanzione caldaie, provvedimento discusso in Consiglio regionale

306

Presieduto dal Presidente, Salvatore Micone, si è riunito ieri il Consiglio regionale. In apertura di seduta i Consiglieri Andrea Greco, Micaela Fanelli e Aida Romagnuolo hanno chiesto, ed ottenuto dall’Aula, la discussione immediata di tre provvedimenti da loro stessi sottoscritti -un ordine del giorno (a firma Greco, Fontana, Primiani, Manzo, Nola e De Chirico), una mozione (a firma di A. Romagnolo) e un’interpellanza (a firma di Fanelli e Facciolla)- riguardanti le sanzioni per il mancato controllo e manutenzione delle caldaie. Si è quindi svolta una sola lunga, complessa e articolata discussione sui due atti di indirizzo, nella quale, oltre ai primi firmatari, sono intervenuti per esprimere le rispettive posizioni anche i Consiglieri Fontana, Facciolla, Iorio, Cefaratti, Manzo, Romagnuolo N.E., De Chirico, il Sottosegretario Pallante e il Presidente della Giunta Donato Toma. Lo svolgimento dell’interpellanza, invece, è stato rinviato ad altra seduta. L’Assemblea quindi, in seguito alla discussione tenuta, ha approvato all’unanimità il solo odg, così come emendato in sede di esame in Aula, del Consigliere Aida Romagnuolo avente a oggetto: “Sanzioni per il mancato controllo e manutenzione delle caldaie”. Con l’atto di indirizzo approvato, il Consiglio regionale, nel ricordare e gli obblighi previsti dagli articoli 7 e 15 del DL n. 192 del 19/8/2005, e in considerazione delle centinaia di famiglie molisane che in questo periodo stanno ricevendo delle notifiche di accertamento per irregolarità inerenti il mancato controllo e manutenzione degli impianti con generatore di calore a fiamma (caldaie), impegna il Presidente Toma, l’Assessore competente e la Giunta regionale “ad approntare un percorso legislativo e/regolamentare per la graduazione delle sanzioni, la rateizzazione delle stesse, a considerare la possibilità di regolarizzare le certificazioni di conformità degli impianti termici fino al 30 aprile dell’anno successivo alla data di scadenza”. Si impegnano, inoltre, gli stessi soggetti istituzionali “ad investire il Governo affinché si possa arrivare ad una modifica della norma sanzionatoria nazionale”. Si chiede, infine, “di effettuare una opportuna campagna informativa utile a tutti i cittadini”. Il Consigliere Filomena Calenda ha dato notizia di aver aderito al Gruppo Misto e di riconoscere il Consigliere Massimiliano Scarabeo quale Capogruppo. Il Presidente Micone ha informato l’Aula di aver provveduto, con i poteri sostitutivi di cui all’art. 6 della lr 16/2002, alla nomina dei tre membri del Collegio dei revisori dei conti dell’Ente per il diritto allo studio universitario , nelle persone di Francesco Palange, che svolgerà anche le funzioni di Presidente, Giovanni Martino e Costantino Di Nucci.

Commenti Facebook