Romagnuolo: mozione per ridurre del 20 % i biglietti di viaggio sul trasporto pubblico locale

195

“Ancor prima della pandemia, i dati ISTAT attribuivano al Molise una percentuale riguardante l’incidenza della povertà relativa familiare, pari al 15,7% (dato che l’emergenza sanitaria attualmente in corso ha verosimilmente incrementato) e, che inoltre sono 2,1 milioni le famiglie italiane a rischio povertà a seguito di questa emergenza Covid”. E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo leader di Prima il Molise.

In altre Regioni italiane, ha continuato Romagnuolo, sono già da tempo in vigore provvedimenti che istituiscono tariffe agevolate per i servizi di trasporto pubblico locale di competenza regionale ed anche, a favore di utenti con ISEE non particolarmente bassi per contrastare i danni subiti dall’emergenza sanitaria, per cui sono state deliberate ulteriori  agevolazioni tariffarie (sia per gli abbonamenti che per i biglietti di viaggio quotidiani), indistintamente per tutte le categorie di utenti.

I sevizi dei TPL, ha proseguito Aida Romagnuolo, sono utilizzati soprattutto da studenti, operai e famiglie in difficoltà ed è noto, che chi usa il trasporto pubblico, evidentemente non può utilizzare la propria macchina di proprietà per cui sono utenti con reddito molto basso.

Tali provvedimenti, ha ancora proseguito Romagnuolo, potrebbero dare un aiuto concreto ed immediato alle famiglie molisane come mezzo di contrasto alla povertà, dovuta, ripeto, all’emergenza Covid-19 e di contenimento al rischio di una nuova frattura sociale.

Per queste motivazioni, ha concluso Romagnuolo, ho presentato una  mozione con la quale ho chiesto l’impegnoal Presidente della Giunta Regionale e all’Assessore competente, ad attivarsi con la massima urgenza per procedere all’applicazione delle agevolazioni tariffarie con la riduzione del 20% dei biglietti di viaggio quotidiani e in abbonamento, per tutti gli utenti che usufruiscono del trasporto pubblico locale in Molise.

Commenti Facebook