Rifiuti tossici in Molise, l’intervento di Ecodem

690

E’ stata desecretata, per decisione assunta dall’Ufficio di Presidenza della Camera,  la trascrizione dell’audizione del 7 ottobre 1997 di Carmine Schiavone alla commissione parlamentare sulle Ecomafie che riporta le dichiarazioni rilasciate dal pentito in merito al traffico di rifiuti pericolosi, « sostanze tossiche, fanghi industriali, rifiuti di lavorazione e rifiuti radioattivi» . Traffico che, stante a quanto dichiarato dallo stesso, ha interessato aree della Campania, del Lazio, della Calabria, della Puglia e del Molise.

Immediate sono state le iniziative intraprese a vari livelli istituzionali. La delegazione parlamentare del Molise chiederà l’immediato impegno del governo sul caso. Il vice presidente della Giunta e l’Assessore all’Ambiente della Regione Molise hanno prospettato la costituzione di una sede di coordinamento presso la Prefettura d’Isernia per la verifica la sussistenza di possibili rischi per la popolazione locale, il consigliere delegato alla Protezione Civile si è impegnato a supportare la necessaria attività di accertamento e il Presidente Frattura ha immediatamente convocato la Giunta costituendo un gruppo di lavoro per individuare  l’allocazione dei rifiuti ed effettuare un capillare monitoraggio del territorio.
L’Associazione degli Ecologisti Democratici del Molise esprime apprezzamento per la decisione assunta dall’Ufficio di Presidenza della Camera di desecretare il verbale dell’audizione e per le tempestive iniziative intraprese dal governo regionale per aver attivato una task force al fine di effettuare nel più breve tempo possibile le opportune verifiche e rendere noti gli esiti delle stesse non solo nelle zone del Molise indicate nei verbali del 07.10.1997 ma in tutto il Molise allo scopo di tranquillizzare la popolazione molisana in materia di tutela ambientale e di salute dei cittadini.
Il Presidente Eco.Dem Molise
Anna Pellecchia
Il Vice-Presidente Eco.Dem Molise
Elisabetta Brunetti
                                  

Commenti Facebook