Lavori pubblici e infrastrutture, Federico (M5S): al lavoro con il MIT con attenzione alle aree più in difficoltà

202

In Commissione Ambiente, alla Camera, sono intervenuto a nome del MoVimento 5 Stelle sulle linee programmatiche esposte dal ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Paola De Micheli.
Sono soddisfatto che la nostra attenzione per il Sud trovi concretezza nel Piano straordinario di investimenti infrastrutturali previsto per il rilancio del Mezzogiorno. Nel contratto di programma con RFI, come annunciato dal ministro, al Sud va il 51% delle risorse stanziate per le ferrovie e il 52% delle risorse stanziate dal nuovo contratto Anas per le strade.
Tuttavia, oltre che azzerare le differenze tra Nord e Sud, ho specificato che è importante anche ridare dignità alle aree interne del Paese. In questo senso è certamente positivo il fatto che il Mit abbia confermato la volontà di potenziare la manutenzione delle strade per garantire una migliore accessibilità ai nostri paesi, razionalizzando e aumentando le risorse per i piccoli comuni sotto i 5000 abitanti per importi fino a 300.000 euro per progetti di immediata cantierabilità.

Ma per le aree interne sarà decisivo anche il lavoro sui binari a scartamento ridotto e per l’elettrificazione delle ferrovie; potenziare il Piano Invasi perché dighe e acquedotti sono strategici nella lotta al dissesto idrogeologico e al cambiamento climatico; ridurre i tempi della burocrazia tra studi di fattibilità e cantierabilità dell’opera; sostenere gli enti locali in fase progettuale.
Importante anche l’impegno ad adeguare il Testo unico dell’edilizia alle attuali esigenze del patrimonio immobiliare riducendo il consumo di ulteriore suolo attraverso interventi di recupero e riqualificazione urbana: sono tutte iniziative necessarie e condivisibili che contribuiremo a realizzare con tutte le nostre energie.
Il percorso tracciato è quello della sostenibilità ambientale, economica e sociale con attenzione alle aree più in difficoltà. Andiamo avanti in questa direzione.

Commenti Facebook