Fratelli d’Italia – AN:in Molise hanno votato 800 persone alle primarie

485

Si sono tenute ieri, in tutta la Regione, le primarie di Fratelli d’Italia – AN per la scelta del Presidente Nazionale del Movimento, del Simbolo con il quale il partito correrà alle prossime europee e dei Grandi Elettori che rappresenteranno in Molise al Congresso Nazionale di Fiuggi dell’8 e 9 marzo prossimi.In Molise erano allestiti quattro seggi (Termoli, Campobasso, Guglionesi ed Isernia) che sono stati aperti dalle 09.00 alle 19.00 per la designazione dei 30 Grandi Elettori che spettavano alla nostra Regione (13 per la provincia di Isernia e 17 per quella di Campobasso).Hanno votato circa 800 elettori, con una media di 200 votanti per seggio e picchi di 350 votanti nel solo seggio di Isernia.

Filoteo Di Sandro – portavoce Regionale di Fratelli d’Italia, commenta la giornata di ieri.” Affrontare per la prima volta nella storia del centrodestra italiano la sfida delle primarie non è stato semplice. Abbiamo dovuto affrontare le difficoltà legate all’organizzazione specialmente per un partito ancora nuovo e che si confronta con un elettorato non abituato a questo genere di consultazioni. Per questi motivi si è scelto di sperimentare le primarie con soli quattro seggi, nella speranza di raccogliere entusiasmo e consenso e lanciare, anche nel nostro schieramento, l’idea della partecipazione democratica di iscritti e simpatizzanti.
Abbiamo vinto; la partecipazione è stata a dir poco soddisfacente. Circa 800 persone hanno si sono messe in fila ed hanno espresso il proprio voto per scegliere il Presidente Nazionale, il Simbolo e designare i Grandi Elettori. Vedere giovani, donne, simpatizzanti sfidare in alcuni casi anche un tempo poco clemente per essere partecipi alle scelte del movimento è il primo grande passo per riconquistare la fiducia dell’elettorato e colmare il divario che in questi anni si è prodotto a causa di decisioni troppo spesso verticistiche e poco meritocratiche. Basta nominati era il nostro slogan e penso che il segnale emerso sia chiaro: il futuro del centrodestra passa attraverso il recupero del rapporto con la base, attraverso la partecipazione, attraverso le primarie. Continuiamo a ribadirlo e auspichiamo che questo concetto entri anche nelle logiche delle future scelte che riguarderanno i candidati sindaco di Campobasso e Termoli, due importanti realtà che in primavera rinnoveranno le rispettive amministrazioni comunali. Noi ci batteremo affinché la linea politica del centrodestra accetti nel proprio DNA le primarie. Intanto mi complimento con i Grandi Elettori scelti dai Molisani che sono per la Provincia di Campobasso: Della Porta Costanzo; Inglese Mauro; Litterio Elisa; Paduano Luciano; Benevento Marcello; Naracci Giovanna; Di Iorio Italo; Lapenna Giovanni; Vitiello Aristide; Bavota Filomena; Carfagno Giuseppe; Del Peschio Gianfranco; Bucci Carlo Nicola; Sorvillo Nicola; Testa Alfonso; D’Alleva Luigi; Di Gregorio Roberto, ed agli eletti della Provincia di Isernia: Iannelli Luisa; Altopiedi Alessandro; Tamasi Mara; Di Perna Pietro Paolo; Kniahynicki Eugenio; Di Sandro Daniele; Kniahynicki Costantino; Giallonardi Anton Giulio; Rossi Arnaldo; Iannarelli Oreme; Marcovecchio Lorenzo; Scampamorte Raffaele; Campellone Vincenzo.
Per ciò che concerne la questione del simbolo sottolineiamo come circa l’80% dei votanti si sia espresso a favore del vecchio simboli di Alleanza Nazionale con la dicitura in basso di Fratelli d’Italia, anche questo è un segnale che la base ci ha lanciato, almeno in Molise.
Siamo pronti per le nuove sfide di primavera, grazie a tutti coloro che hanno partecipato.

Commenti Facebook