Sosta con disco orario: Brasiello precisa

686

Il sindaco di Isernia, Luigi Brasiello, interviene sulla questione delle multe elevate nelle zone che richiedono la sosta con disco orario. Spe­cialmente corso Garibaldi e via XXIV Maggio sono le strade che stanno presentando problemi in tal senso. «Leggo sui giornali – afferma Brasiello – alcune polemiche sulla sosta a tempo di via XXIV Maggio. In realtà si tratta d’una normale disposizione che intende consentire a più utenti il parcheggio, limitandolo a 30 minuti. Una decisione ben accolta da molti cittadini, anche perché dà modo di so­stare, fare spesa nei negozi del quartiere e poi tranquillamente ripartire lasciando posto ad un’altra auto che, in tal modo, può anch’essa trovare uno spazio dove parcheggiare liberamente.

Il problema è simile anche su corso Garibaldi – continua il sindaco –, ed ieri ho ricevuto una mail da parte di P.A., assicuratore, che mi ha scritto: “Da qualche giorno i vigili urbani elevano contravvenzioni per divieto di sosta in assenza di disco orario su corso Garibaldi. Miracolosamente si trova parcheggio a tutte le ore su una strada dove prima era impossibile parcheggiare anche per po­chi minuti per un caffè, acquistare un giornale o recarsi in farmacia. Spero che questa iniziativa non venga subito abbandonata come successo negli ultimi anni e colgo l’occasione per ringraziare Lei e quanti hanno condiviso questa iniziativa che, solo facendo rispettare un semplice cartello stradale, permette di acquisire immediatamente l’immagine di una città “normale”. Voglia girare la presente a tutti i soggetti coinvolti nella lodevole inizia­tiva”.».
In tutte le città ci sono alcune aree dove la sosta dei veicoli è consentita gratuitamente ma per un tempo limitato negli stalli bianchi, con lo scopo di consentire il ricambio ed evitare che i posti disponibili siano occupati tutto il giorno dagli stessi veicoli, quindi per consentire a più persone di occupare temporaneamente l’area. Usufruire d’un parcheggio a tempo li­mitato e poi consentire ad altri di fare altrettanto è un segno di moderno senso civico.

Commenti Facebook