Isernia/ Individuati e denunciati i dalla Polizia di Stato quattro autori di una truffa

277

Dalla Questura di Isernia riceviamo e pubblichiamo

Personale della Squadra Mobile della Questura di Isernia ha denunciato all’Autorità Giudiziaria 4 persone, di età compresa tra i 21 e i 53 anni, responsabili di truffa per oltre 5.000 euro ai danni del titolare di un’attività commerciale della città. I 4 uomini, tre italiani residenti ad Udine e Roma ed un pakistano residente a Napoli, avevano ideato un sistema che avrebbe consentito loro di farla franca, o almeno così speravano! Qualche mese fa, una dipendente di un’attività commerciale di Isernia aveva ricevuto una telefonata da una certa “sig.ra Serena” che, qualificandosi come impiegata di uno dei principali operatori del mercato italiano di giochi e servizi di pagamento, aveva annunciato l’aggiornamento del software, invitando l’interlocutrice ad eseguire alcune procedure guidate.

Nel corso del simulato aggiornamento, la dipendente era stata invitata ad accedere all’area dedicata alle ricariche postepay e ad inserire dei codici, che avrebbero dovuto essere di verifica di funzionamento delle macchine adibite a giochi on line e ricariche telefoniche. La vittima aveva eseguito le procedure indicate, ritenendo di seguire le istruzioni impartite telefonicamente dallo pseudo tecnico della ditta di gestione delle apparecchiature; in realtà stava versando cospicue somme in favore dei malfattori, non essendo in corso alcun aggiornamento del software di sistema.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno effettuato serrati e mirati accertamenti di tipo documentale e tecnico, riuscendo ad individuare quei codici che non erano altro che i numeri delle postepay di due dei malfattori, su cui era confluita la somma complessiva di 5.345 euro. I poliziotti hanno anche individuato i titolari delle utenze telefoniche utilizzate per contattare la vittima, intestate agli altri due denunciati.

Tutti dovranno rispondere di concorso nel reato di truffa.

Commenti Facebook