“Il credito bancario: motore della ripresa?”, convegno all’Itis Mattei

1836

Si terrà venerdì 10 ottobre alle ore 16.00 presso l’aula magna dell’ITIS “E. Mattei” di Isernia, sita in Viale dei Pentri il convegno “Il credito bancario: motore della ripresa?”  “Abbiamo voluto realizzare questo evento – spiega Piersimoni Presidente della Camera di Commercio di Isernia –  perché come sistema camerale abbiamo un rapporto privilegiato con il mondo imprenditoriale che ci permette di monitorarne in tempo reale le esigenze più immediate. Nello svolgimento quotidiano delle nostre attività, da alcuni anni, e cioè dall’inizio della crisi economica mondiale,  constatiamo che il pensiero quotidiano dell’imprenditore è quello di trovare risorse finanziare tali da consentire alla propria azienda di effettuare i necessari investimenti per il miglioramento degli standard produttivi e organizzativi e rimanere competitivi su un mercato sempre più globale. Purtroppo, la difficoltà di accesso al credito, spesso resa impervia anche dalla normativa, ha aumentato le distanze tra imprese e sistema creditizio. Distanze che con il convegno di venerdì 10 ottobre p.v. vorremmo contribuire ad accorciare.”
L’iniziativa, di assoluto interesse e di estrema attualità, si rivolgerà a esponenti del sistema creditizio,  ai referenti amministrativi/responsabili finanziari di attività d’impresa, a rappresentanti di enti locali e consulenti che si occupano di reperire le risorse necessarie all’esercizio dell’attività imprenditoriale e di gestire i rapporti con gli intermediari finanziari.
I relatori (Giuseppina Capozza – Direttrice Filiale di Campobasso della Banca d’Italia, Tommaso Palombo Presidente Commissione regionale ABI Molise, Carlo Veneziane – Presidente Finmolise S.p.A., Claudio Pian Amministratore unico Sviluppo Italia Molise S.p.A.), forniranno ai partecipanti specifiche conoscenze in ambito finanziario attraverso un approccio che, coniugando aspetti teorici e possibili applicazioni operative, sarà reso idoneo sia “ai non addetti ai lavori” sia a coloro che possiedono già un background culturale in tale campo.

Commenti Facebook