Aperto il bando per ottenere il marchio “Ospitalità Italiana”

495

La Camera di Commercio di Isernia, nell’ambito del progetto “Sportello Turismo” Fondo perequativo Unioncamere, in collaborazione con Is.Na.R.T. –  Istituto Nazionale Ricerche Turistiche -, a breve attiverà il marchio “Ospitalità Italiana”, progetto di sistema delle Camere di Commercio Italiane, volto alla certificazione delle strutture ristorative e agrituristiche della Provincia, che vogliono distinguersi per qualità dei servizi e per accoglienza.Il marchio “Ospitalità Italiana” riconoscimento facoltativo non obbligatorio, annuale e rinnovabile, diventa una garanzia per il turista, assumendo anche le caratteristiche di investimento promozionale e commerciale, offrendo una serie di indubbi vantaggi sia per gli esercenti che per i turisti.

“Ospitalità Italiana” fornisce ai clienti attuali e potenziali una valutazione obiettiva del livello di servizio offerto e rappresenta una garanzia sia per le aziende che per gli ospiti: visibilità, chiarezza di immagine, garanzia di qualità, facilità di scelta, condivisione del sistema di valori tra chi offre e chi compra. L’insieme delle imprese riunite sotto il comune logo “Ospitalità Italiana”  consente infine di comunicare al potenziale cliente gli sforzi dell’impresa verso la qualità, e questa scelta (e con essa il concetto di tutela dell’ospite) rappresenta un’opportunità e una sfida per l’intero sistema turistico italiano.
Pertanto, la Camera di Commercio di Isernia, invita le aziende interessate a partecipare al progetto per l’ottenimento della certificazione “Ospitalità Italiana” e a prendere visione dei rispettivi Bandi di selezione, dei disciplinari e dei moduli di adesione, consultando il sito www.camcomisernia.net.  
Per ulteriori informazioni contattare gli uffici della Camera di Commercio di Isernia ai numeri: 0865 455214 – 455212.
Saranno ammesse al progetto le prime 11 domande secondo l’ordine cronologico di arrivo.
La partecipazione al progetto è totalmente gratuita.
L’adesione va comunicata entro e non oltre il 7 Ottobre c.a.

Commenti Facebook