Telefonini: dal 21 luglio nuovi servizi a pagamento. L’AGCOM faccia chiarezza

1161

E’ vero che dal  1° luglio scatta il nuovo taglio delle tariffe in roaming, telefonare e navigare all’estero sarà meno caro.  Tuttavia, alcune società di telecomunicazione hanno trovato il modo di “recuperare” i tagli tariffari offerti. Infatti, dal 21 luglio i servizi di avviso di chiamata “LoSai” e “Chiama Ora” di Tim e “Recall” e “Chiamami” di Vodafone, prima offerti gratuitamente ai clienti delle due compagnie, diventeranno a pagamento. Si tratta di quelle opzioni, attivate in automatico al momento della sottoscrizione, che consentono di ricevere sms di notifica quando si libera un numero occupato o se qualcuno prova a chiamarci quando siamo irraggiungibili. Al servizio verrà applicato un costo: 1,9 euro ogni quattro mesi per i clienti Tim con ricaricabile, 48 cent al mese (dal 7 settembre) per quelli con abbonamento. Per Vodafone si parla di 6 centesimi per ogni giorno di utilizzo, quindi fino a 1,9 euro al mese. Per evitare l’aumento è sufficiente contattare la propria compagnia tramite i numeri gratuiti 40920 (Tim) o 42070 (Vodafone) e chiedere che l’opzione venga disattivata, gratuitamente. In caso si voglia continuare ad usufruire del servizio, bisognerà invece rassegnarsi a pagarlo.
Assolutamente anomale sono state le modalità di comunicazione: un semplice sms preceduto da alcune comunicazioni legali sui giornali. Sul sito di Tim la variazione è indicata in fondo alla pagina dedicata ai servizi di gestione delle chiamate, mentre quello di Vodafone si avvisa della una modifica «di alcuni servizi» senza specificare quali siano.
“I cittadini che hanno già in precedenza attivato in modo automatico i servizi di <<richiama>> rischiano di ritrovarsi addebitati costi non pensavano di dover sostenere. Sulla problematica ci aspettiamo un intervento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, affinché faccia chiarezza su tale vicenda», dichiarano dall’Adoc.
Per qualunque domanda sull’argomento o chiarimento, l’ADOC Molise invita tutti i cittadini a recarsi presso una delle sedi dell’Associazione –  Campobasso alla  Via Conte Verde n. 3 (0874.413052) Termoli in Via S. Pertini n. 1 (0875.707103).

Commenti Facebook