Iva, al via le compensazioni dal 16 marzo

1027

Al via le compensazioni orizzontali dei crediti Iva sopra soglia: dal 16 marzo i contribuenti possono spendere le eccedenze detraibili superiori a 5.000 euro maturate nel periodo d’imposta 2014, purché abbiano presentato la dichiarazione annuale entro il 28 febbraio scorso. Se la somma che si intende compensare supera 15.000 euro, è necessario che la dichiarazione rechi il visto di conformità. Chi ha debiti erariali scaduti di importo superiore a 1.500 euro, prima di accedere alla compensazione deve saldare le pendenze.
In linea generale, occorre ricordare che l’utilizzo dei crediti tributari per il pagamento di altri tributi (diversi da quelli cui si riferisce il credito), premi e contributi, ai sensi dell’art. 17 del dlgs n. 241/1997, ovverosia la compensazione cosiddetta «orizzontale» o «esterna», è consentito fino al limite di 700.000 euro per anno solare. Alla determinazione di questo limite, che è elevato a un milione per i subappaltatori in edilizia che nell’anno precedente hanno fatturato almeno l’80% in regime di inversione contabile, concorrono anche i rimborsi erogati nello stesso anno dal concessionario della riscossione con la procedura semplificata (o in conto fiscale).
Per ulteriori approfondimenti e/o consulenze specifiche ci si può rivolgere allo Studio  Terminus Srl – Elaborazione Dati Contabili e Servizi Caf ai seguenti indirizzi:
-CAMPOBASSO, via Duca d’Aosta 3/A, Tel. e Fax 0874/98926
– TERMOLI, via Asia 3/A, tel. 0875/81419
[email protected]

Commenti Facebook