Conoscenza delle dinamiche economiche del territorio con il Cruscotto Indicatori Statistici

395

Anche per il quarto e ultimo trimestre del 2013 il sistema camerale rende disponibile la pubblicazione di un insieme organico di dati rilevanti, predisposti e commentati/approfonditi da Infocamere, per l’analisi e la valutazione dei trend economico-produttivi della Regione Molise di facile e di veloce consultazione: il Cruscotto di Indicatori Statistici con dettaglio regionale o provinciale con dati congiunturali aggiornati trimestralmente.

“Uno strumento accessibile a tutti i cittadini – spiega il Presidente Vicario dell’Unioncamere Molise, Amodio de Angelis – il Cruscotto Indicatori Statistici è un insieme organico di dati rilevanti per l’analisi e la valutazione della struttura e dei trend economico-produttivi della regione/provincia capaci di dare non solo indicazioni sulla demografia delle imprese ma anche sui principali aggregati economici”.
In sintesi i principali risultati per il quarto trimestre 2013.Lo stock di imprese
Il numero complessivo delle imprese registrate nella regione Molise al 31/12/2013 è pari a 35.109 unità, in diminuzione dello 0,6% rispetto al 2012; le attive sono circa 31.300 è diminuiscono dell’1,2%.
Le unità locali sono, invece, in crescita di quasi l’1%, arrivando a circa 6.300 unità è portando il numero totale delle strutture aziendali localizzate nella regione a quasi 41.300 unità in diminuzione dello 0,4% rispetto al 2012.
Aumentano notevolmente le imprese in scioglimento e liquidazione (di oltre il 14% rispetto al 2012), mentre le procedure concorsuali aumentano del 3%.
 
Le forme giuridiche
Nel 2013, le società di capitali sono risultate il 16,4% del totale di quelle registrate, in aumento rispetto al passato: nel 2008 erano poco oltre il 12% mentre nel 2003 arrivavano al 9,2%. Nell’ultimo anno, le società di capitali hanno accelerato il loro tasso di crescita, segnando un +5,3%. Importante sottolineare che le società di persone e le imprese individuali hanno mostrato una contrazione della loro numerosità sia nel 2013 che nell’ultimo quinquennio.I comparti produttivi
In termini di numerosità delle imprese “classificate”, il tessuto produttivo molisano risulta particolarmente concentrato in Agricoltura, considerato che tale comparto assorbe il 32% del totale. Notevole peso numerico ha anche il Commercio che assorbe il 23% delle imprese registrate, mentre al terzo posto si trovano le Costruzioni (13% del totale); seguono poi il Manifatturiero (8,1%) e i Servizi alle imprese (7,3%).
Rispetto al 2012 il numero delle imprese è in aumento nei Servizi alle imprese (+2,8%) e nel Turismo (+2,1%); negli altri comparti, le variazioni sono abbastanza contenute, ad eccezione dell’Agricoltura che subisce una diminuzione del numero delle imprese del 2,7%. I risultati economici
Il valore della produzione aggregato delle imprese di capitali attive nella regione Molise è stato di poco superiore ai €3,4 miliardi, praticamente uguale a quello dello scorso anno e in leggero aumento rispetto al 2010. Il valore aggiunto, invece, subisce un calo piuttosto consistente. I risultati di reddito subiscono un vero e proprio crollo: sia l’Ebit che il risultato ante imposte e quello netto sono nel 2012 ampiamente negativi; per quanto riguarda l’utile (lordo e netto), si tratta del terzo anno consecutivo di risultati negativi e progressivamente peggiori. Va evidenziato che nel 2012, come del resto anche nel biennio precedente, il costo delle imposte ha pesato su un sistema produttivo che aveva un reddito operativo già negativo, acuendo in modo drammatico la perdita.
L’andamento del campione di imprese “co-presenti” (quelle cioè di cui si dispone il bilancio in tutti i tre anni del periodo considerato) nel triennio 2010-2012 conferma la tendenza osservata con riferimento al campione nel suo insieme.Gli addetti
Sul campione di 22.824 imprese attive della regione Molise di cui è disponibile il dato relativo agli addetti totali (pari al 74% del totale delle imprese attive), si registrano nel 2013 56.809 addetti.
L’occupazione ha avuto un andamento molto negativo, con una diminuzione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno di ben il 7,2% che arriva addirittura oltre l’11% se si considerano i soli addetti dipendenti.
Per consultare la versione integrale del Rapporto e per visionare le tabelle complete del Cruscotto di Indicatori statistici è possibile collegarsi al seguente link:http://www.starnet.unioncamere.it/Cruscotto-Indicatori-Statistici_6A979B304

Commenti Facebook