Stupefacente il 50enne molisano che pianta 22ha di Canapa Sativa

2117

Si chiama Rosario Scotto, il 46enne molisano d’adozione che decide di avventurarsi nella piantagione di canapa. Frammezzo Palata, Montenero di Bisaccia e Vasto qui nasce la prima coltivazione di cannabis sativa, ovviamente niente a che vedere con la canapa indiana difatti la pianta  è priva di sostanze THC. Non a caso il ministro della salute decide di legalizzare la coltivazione nel maggio 2009. Una coltura già conosciuta dall’ era del bronzo e coltivata nella zona del mar Caspio nel 1500, proprio per i suoi aspetti benefici. Infatti Scotto la soprannomina il “maiale del vegetale” perché di essa può essere usata tutta dal seme alla fibra. In brevissimo tempo Scotto diventa imprenditore di se stesso aprendo un sito ( www.sativamolise.it ) dove racconta la storia, la coltivazione e il benessere che questa coltura porterebbe sul territorio molisano. Nel 2013 insieme a Marzio Fiore, Davide Petrollino e Tarquinio di Felice nasce anche Sativa Molise come associazione, senza scopo di lucro, ma solo per cercare di portare avanti i propri progetti. Infatti dell’ unione fanno parte aziende agro-alimentari e agricole, ancora troppo poche per stupire il Molise e prendere il sopravvento sul territorio. Questo è l’esempio, che serve soprattutto ai giovani, per poter diventare imprenditori di se stessi, sul proprio territorio.

Commenti Facebook