Praitano: “Ad un mese dalla prima campanella, il cronoprogramma sulle scuole risulta rispettato”

199

La Giunta comunale di Campobasso ha votato la delibera che consentirà di perfezionare la richiesta di finanziamento per l’adeguamento delle scuole, somme che molto probabilmente saranno disponibili già dalla prossima settimana.

“Siamo ad un mese dal primo campanello e finora si è riusciti a rispettare il cronoprogramma che ci eravamo imposti per essere pronti nei primi giorni di settembre. – ha dichiarato l’assessore all’Istruzione, Luca Praitano – Nella maggior parte dei casi non si tratta di interventi invasivi, pertanto i tempi di realizzazione delle opere non saranno lunghi. L’Amministrazione comunale negli ultimi mesi ha interloquito costantemente con l’Ufficio Scolastico Regionale, – ha specificato Praitano – che si ringrazia per il ruolo di riferimento e regia che ha assunto, e gli altri Enti con i quali si sta collaborando costantemente. Abbiamo scelto di concordare con i dirigenti scolastici ogni iniziativa per adeguare gli spazi secondo le norme vigenti, avvalendoci della competenza dei tecnici comunali e dei responsabili della sicurezza dei Comprensivi.”

La logica che ha guidato gli interventi è stata semplice e si riassume in 3 punti fondamentali: 1) scuola in presenza; 2) niente doppi turni; 3) soluzioni logistiche che implichino di mantenere inalterata la territorialità dei plessi. Discorso a parte bisogna fare per il trasporto, alla luce delle recenti disposizioni.

“Entro una decina di giorni apriremo le iscrizioni per chi vorrà usufruire del servizio comunale e solo dopo aver raccolto le istanze si potranno organizzare al meglio i percorsi, nel rispetto delle regole di distanziamento imposte. Inoltre, – ha aggiunto Praitano – già quest’anno avevamo introdotto il sistema PagoPA per facilitare i pagamenti dei servizi scolastici, perché riteniamo di dover procedere speditamente verso la semplificazione delle procedure. A tal proposito, a breve sarà operativa una novità per le cedole librarie che prossimamente verranno “distribuite” attraverso un applicativo che favorirà la dematerializzazione delle stesse.”

Commenti Facebook