La Corte dei Conti al Convitto ‘Mario Pagano’. Il Presidente Sciascia invita gli studenti a seguire una udienza

781

E’ stata una visita istituzionale gradita e proficua quella del Presidente della Corte dei Conti, Sezione giurisdizionale di Campobasso, Michael Sciascia, questa mattina al Convitto nazionale ‘Mario Pagano’ del capoluogo regionale. L’incontro si è svolto alla presenza del Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Ernesto Pellecchia e del Rettore del Convitto Franco Fasciano. Ma i veri protagonisti sono stati gli studenti che hanno affollato l’aula magna. Erano presenti tutti: quelli del Liceo scientifico e i ragazzi di terza media dello stesso istituto. Oltre alla cordiale accoglienza e introduzione da parte del Professor Fasciano, la mattinata ha infatti offerto un momento di alto valore formativo per gli studenti. Il Presidente Sciascia ha parlato loro di legalità e stato di diritto attraverso un interessante excursus storico che è partito dalle radici della Magistratura contabile in Italia e si è soffermato sulla necessità di imparare i principi della Costituzione, di acquisire nozioni, informazioni per essere pronti ad affrontare la sfida dei cittadini di domani.

Toccati in termini generali anche gli aspetti critici del sistema in un momento particolare che vede l’operato dei politici sempre più sotto la lente d’ingrandimento non solo della giustizia contabile ma anche degli stessi singoli cittadini. I ragazzi hanno ascoltato con attenzione gli interventi, moderati dalla Professoressa Claudia Liberatore, dopo di che si sono calati nel ruolo attivo di cittadini veri, interpretando il dibattito che è seguito in maniera brillante e funzionale al significato che il Rettore Fasciano e le altre autorità presenti hanno voluto dare all’iniziativa.
Numerosi gli spunti di riflessione per tutti, soprattutto per gli studenti, ma anche per chi dai ragazzi ha sempre qualcosa da imparare. L’incontro si è chiuso con il Presidente Sciascia che ha invitato tutti a dare il proprio contributo alla società e a capire come funzionano gli Organi dello Stato. “Per questo – ha concluso – invito tutti i giovani del Liceo a partecipare ad una udienza della Corte dei Conti”. Invito accolto con entusiasmo e che rappresenterà un’ulteriore tappa formativa basata su un’esperienza tecnico pratica, oltre che una straordinaria opportunità di arricchimento umano.
    

Commenti Facebook