Intensificata attività al contrasto dei reati contro il patrimonio e dei reati predatori in genere: segnalati due minorenni

181

La Polizia di Stato di Campobasso prosegue costantemente nelle  attività di controllo del territorio  predisposte dal Questore Conticchio, finalizzate al contrasto  dei reati contro il patrimonio e dei reati predatori in genere.

Nel pomeriggio di ieri, nell’ambito della predetta attività, gli Agenti della Squadra Volante unitamente al personale della Polizia Ferroviaria di Campobasso, hanno segnalato al Tribunale dei Minorenni di Campobasso due soggetti minorenni, residenti in provincia di Campobasso, responsabili dei reati di ricettazione e porto di arnesi atti allo scasso.

Nella mattinata, infatti,  un uomo originario e residente a Campobasso, aveva  denunciato presso gli Uffici della Questura il furto della propria autovettura, parcheggiata la sera precedente in una via del centro cittadino.

Diramata la nota di ricerche a tutti gli equipaggi in servizio, una pattuglia della Posto Polfer di Campobasso  ha poco dopo  individuato  l’autovettura oggetto di furto nelle vie del centro ed immediatamente ha intimato al conducente di fermarsi. Il giovane non ha tuttavia ottemperato all’ordine dandosi a precipitosa fuga. Dopo un breve inseguimento,  gli Agenti sono riusciti a fermarlo. I due giovani a bordo dell’auto hanno cercato nuovamente  di fuggire  abbandonando la vettura sulla carreggiata, ma sono stati  immediatamente intercettati e bloccati dagli uomini della Polizia Ferroviaria.

Sul luogo sono sopraggiunti  in ausilio gli operatori della Squadra Volante. Durante la successiva perquisizione dell’auto sono stati rinvenuti all’interno della stessa diversi  arnesi atti allo scasso, documenti riferiti ad altra autovettura, due frontalini di autoradio e un’autoradio completa di frontalino, il tutto successivamente accertato quale provento di furto.

I due minorenni,  a conclusione delle attività di rito sono stati affidati ai genitori. L’autovettura rubata è stata poi riconsegnata al legittimo proprietario, così come la documentazione e una della autoradio rinvenute che sono state restituite ad un altro cittadino che ne aveva in precedenza denunciato il furto.  

Commenti Facebook