Il saluto del sindaco di Campobasso al Presidente del Consiglio dei Ministri Conte

267

Di seguito riportiamo il saluto del sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, in occasione dell’incontro avvenuto questo pomeriggio presso la Prefettura di Campobasso per la firma del Contratto Istituzionale di Sviluppo.

Benvenuto Presidente, 
o per meglio dire, bentornato a Campobasso. 

Mai in così poco tempo, un Presidente del Consiglio dei Ministri, si è recato per ben tre volte nella nostra città, segno evidente dell’attenzione che Ella, ed il Governo che rappresenta, stanno avendo per il nostro Molise e per Campobasso.

Il contratto istituzionale di sviluppo che oggi ci accingiamo a sottoscrivere deve rappresentare una duplice e forse anche triplice opportunità: anzitutto la responsabilizzazione della classe politica affinché si garantiscano tempi certi e trasparenza delle procedure di gara e dell’affidamento dei lavori; la crescita e lo sviluppo delle aree coinvolte a vario titolo ed, infine, una nuova coesione territoriale, capace di superare i campanilismi per cogliere le opportunità di crescita che oggi ci vengono offerte, senza divisioni né protagonismi, ma con la sola voglia di migliorare la prospettiva futura di questa terra.

Ma il Cis, Presidente, sia anche l’inizio di un percorso che possa davvero rilanciare questa Regione la cui atavica deficienza infrastrutturale non consente di guardare verso l’orizzonte con il giusto ottimismo.

Campobasso ed il Molise aspettano da più di 30 anni, la dorsale stradale capace di attraversare questa regione in sicurezza e rapidità ed è su questo che le chiediamo la stessa attenzione finora avuta.

Grazie, Presidente Conte, grazie a nome di tutta la città di Campobasso.

Commenti Facebook