Il Rotary dona un sanificatore di ambienti alla Casa di riposo Don Carlo Pistilli

105

Prevenire è meglio che curare diceva un noto slogan, ma nulla di più vero quando si parla della salute di persone deboli.

Alcuni rappresentanti del Rotary Club di Campobasso insieme al Governatore del Distretto Rotary 2019 – 2020 Basilio Ciucci, sabato 3 ottobre 2020 hanno consegnato un dispositivo ad ozono alla Casa di Riposo Don Carlo Pistilli che permetterà di sanificare a norma di legge i locali abbattendo il pericolo di contagio da Coronavirus in una struttura che ospita persone fragili.

“Per noi la salute è tutto! Ma nel mondo 400 milioni di persone non possono permettersi o non hanno accesso alle cure mediche di base. Riteniamo che avere una buona assistenza sanitaria sia un diritto di tutti. Il compito di associazioni come il Rotary è di porsi al servizio della comunità e mettersi alla guida di piccole o grandi iniziative per prevenire le necessità. Le malattie non si possono semplicemente scongiurare con le parole. È per questo che tramite l’acquisto di attrezzature specifiche e la formazione gratuita del personale provvediamo a fornire i mezzi necessari alle comunità per fermare la diffusione di malattie mortali.”

Il Rotary è da sempre impegnato sul fronte della sanità in tutto il mondo e sono centinaia i progetti avviati ogni anno per prevenire o combattere le malattie. La scelta di acquistare sanificatori da donare alle RSA nasce dalla volontà di fornire attrezzature fondamentali per diminuire il rischio di contagio nella fase di emergenza epidemiologica, ma utili anche per l’operatività post-Covid nell’ottica di un sostegno tangibile a chi lavora e alle  persone in difficoltà.

Questa donazione è solo uno dei progetti avviati durante l’emergenza nelle quattro regioni del Distretto 2090 che si va a sommare alle donazioni di oltre 45000 mascherine FFP2 e chirurgiche, all’acquisto di sanificatori, alla distribuzione di dispositivi di protezione e di igienizzazione per un investimento da febbraio a giugno di oltre € 400000,00 da parte del Rotary Distretto 2090 e dei Rotary Club del territorio.

Inoltre i 13 Distretti Rotary italiani hanno donato agli ospedali regionali un pacchetto di tecnologia innovativa in grado di minimizzare il rischio degli operatori e favorire l’interruzione della catena di infezione per un valore di oltre € 1500000,00“Siamo accanto alle nostre comunità e lo possiamo fare grazie ai contributi di ogni socio, del Distretto e grazie anche alla Fondazione Rotary che attraverso sovvenzioni specifiche  elargite per progetti e attività per combattere le malattie, rende possibile la realizzazione di grandi opere e aumenta il nostro impatto sulla prevenzione e sulla cura.”

Commenti Facebook