Il Pilla ‘Punta in Alto’ e dice ‘NO’ alla ludopatia

289

Sabato 25 maggio, dalle 9 alle 12,30, all’Istituto d’Istruzione Superiore Secondario ‘Leopoldo Pilla’ di Campobasso, gli studenti della 1^ ITCAT e 1^B IPSASR saranno protagonisti di un’attività di comunicazione e un evento divulgativo per il contrasto alla ludopatia.


Il Pilla è, infatti, tra le 23 scuole che, a livello nazionale, ha partecipato al progetto ‘Punta in Alto’ promosso dall’associazione ‘Insieme verso Nuovi Orizzonti’ e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Nel corso della giornata scolastica, gli allievi saranno impegnati a trasmettere ai compagni delle altre classi quanto appreso nel percorso che li ha visti protagonisti, ma soprattutto resi consapevoli del fenomeno della ludopatia.


Contrasto alle dipendenze, incontri, laboratori, formazione e utilizzo responsabile dei new media gli aspetti che i ragazzi della scuola, ‘docenti’ per un giorno, illustreranno ai loro compagni, ai quali sarà tra l’altro presentato il videogioco anti-ludopatia da loro realizzato.


L’iniziativa, in programma nell’Istituto di via Veneto a Campobasso, rientra nell’ampio raggio di un progetto che opera attraverso una rete capillare che coinvolge ben 10 Regioni italiane e circa 22mila studenti, con l’obiettivo di attivare processi di comunicazione capaci di intercettare le famiglie in situazioni di disagio e gli stakeholder territoriali.
La ludopatia sembrerebbe, infatti, coinvolgere circa un terzo degli studenti minorenni che frequentano le scuole superiori e dove diviene quanto mai urgente intervenire per rendere i ragazzi consapevoli di quelli che sono i rischi delle dipendenze dal gioco.

Commenti Facebook