Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer: webinar gratuito presso l’Asilo Senile Argentovivo

L’ Asilo Senile Argentovivo la Casa di Riposo a Campobasso ed il suo contributo alla
sensibilizzazione: “Se loro dimenticano noi non li dimentichiamo”

Settembre è il mese dedicato alla Malattia di Alzheimer (AD) e il 21 ne ricorre la Giornata Mondiale. Si stima che in Italia ogni anno ci siano circa 150 mila nuovi casi di demenza. 70 mila di questi sono relativi ai casi di Alzheimer. Questa malattia costituisce il 60% di tutte le forme dementigene, una percentuale purtroppo destinata ad aumentare del 56% entro il 2050.

Ad oggi, in Italia, sono all’incirca 600 mila le persone malate di AD che per quasi tutta la durata
della malattia, la prognosi è di 12 anni, sono curate in casa. Le persone coinvolte nell’assistenza si stimano intorno a 3 milioni, di questi la maggior parte sono donne e familiari, definiti caregiver informali. La morte però non avviene per l’Alzheimer di per se, ma per altre cause dalle complicazioni mediche correlate, all’età avanzata.

La ricerca in questo ambito è molto attiva. Una delle più recenti è uscita nel mese di agosto, a firma degli Istituti Carlo Besta e Mario Negri. Essa riguarda la scoperta di un peptide che somministrato per via nasale ad una cavia inibisce il deposito e gli effetti tossici di una delle due proteine che causano la patologia (le due proteine interessate nella genesi della malattia sono la proteina beta- amiloide e la proteina tau).Questo studio rappresenta un importante passo in avanti per lo sviluppo di un farmaco per la futura cura dell’ AD, ad oggi ancora incurabile.

L’assistenza al malato di Alzheimer non è cosa semplice né da un punto di vista pratico né emotivo. Purtroppo non è sempre facile trovare professionisti formati in modo specifico e strutture predisposte a questo tipo di accoglienza a causa delle carenze nelle misure necessarie a garantire una diagnosi precoce ed il corretto supporto post-diagnostico. Mancano i numeri necessari a soddisfare, in tempi adeguati, la domanda emergente.

Sarebbe auspicabile pertanto potenziare la possibilità di avere una diagnosi precoce e favorire,
nelle strutture adibite all’accoglienza degli anziani, una programmazione mirata al contenimento della malattia e al mantenimento delle abilità motorie e cognitive ancora ben funzionanti per il maggior tempo possibile.

La comunità scientifica ha individuato in alcuni farmaci la potenzialità di rallentare la malattia,
seppure per un breve periodo e l’efficacia della riabilitazione cognitiva, che, se effettuata nelle fasi iniziali della patologia, può essere di grande aiuto per migliorare l’aspettativa di vita. La
riabilitazione cognitiva rappresenta un importante trattamento non farmacologico che aiuta nel
mantenimento delle funzioni cognitive, nell’apprendimento di strategie compensatorie e nello
sfruttamento delle abilità residue al fine di contrastare il decorso degenerativo.


L’ Asilo Senile Aergentovivo da almeno un decennio ha uno sguardo mirato e particolarmente
dedicato proprio verso la malattia di Alzheimer, verso gli anziani che ne sono affetti e verso i loro familiari, con screening periodici, un piano individualizzato e di gruppo di attivazione e riabilitazione cognitiva e fin quando è stato possibile, prima del Covid, gruppi di confronto con i familiari oltre alla formazione permanente del personale e all’aggiornamento continuo.

Il tema di questa nona Giornata Mondiale Alzheimer sarà “Conosci la demenza, conosci
l’Alzheimer” e pone l’accento sull’importanza di diffondere la conoscenza della malattia, con
particolare attenzione al trattamento post-diagnostico e al supporto per coloro che vivono con la demenza.

Per questo il 21 alle 18.30 l’Asilo Senile Argentovivo offrirà un webinair gratuito dal titolo: “Se loro dimenticano noi non li dimentichiamo” tenuto dalla Dottoressa Antonella Petrella psicologa-
psicoterapeuta, specialista in Diagnosi e Riabilitazioni dei disturbi cognitivi che ha maturato un’esperienza decennale nel settore.


Questo evento aprirà ad una serie di altri incontri con professionisti del settore per conoscere,
riconoscere precocemente i sintomi e favorire la gestione della malattia nelle varie fasi che
attraversa. Sarà possibile seguire il webinar comodamente da casa propria collegandosi alla pagina Facebook della struttura “Asilo senile Argentovivo la casa di riposo a Campobasso” o in alternativa, contattarci allo 0874.311148 oppure al 3917481537 oppure ancora scriverci a
[email protected] e chiedere l’invio del link per accedere al seminario online qualora non si fosse iscritti a Facebook.

Commenti Facebook