Denunciata badante per il furto in abitazione di carte di credito e per indebiti prelievi agli sportelli automatici

350

La coppia di anziani residente in Campobasso era convinta di essere amorevolmente accudita dalla badante, una donna di colore poco più che 30enne mostratasi sempre particolarmente attenta alle esigenze dei due, ed invece la stessa non era stata poi così brava e fedele come voleva apparire.


Poche settimane fa infatti la coppia aveva denunciato il furto delle carte di credito che detenevano ben nascoste in casa, pensando fossero stati dei ladri di appartamento a compiere l’insano gesto non riuscendosi a dare altre spiegazioni stante la grande fiducia che gli stessi riponevano nella badante.


I Carabinieri della Stazione di Campobasso però, raccolta la denuncia, non si sono fermati alla ricostruzione fornita come la più probabile ma hanno eseguito un’approfondita e certosina attività investigativa, arrivando così alla clamorosa scoperta: B.A. 39enne cittadina marocchina, badante da tempo degli anziani coniugi, approfittando oramai del rapporto di reciproca fiducia instauratosi nel tempo, in una circostanza, approfittando di un momento di disattenzione, aveva rubato le loro carte postamat effettuando poi prelievi fraudolenti presso svariati bancomat per un importo totale di € 2.800,00, depredando di fatto le pensioni dei due poveri malcapitati.


Le immagini di videosorveglianza ed una serie di indizi evidenziati dall’attenta attività di indagine dei militari della locale Stazione Carabinieri hanno consentito di far luce sull’accaduto identificando incontrovertibilmente l’autrice del gesto criminoso che è stata così denunciata alla locale Procura della Repubblica per furto in abitazione ed utilizzo indebito di carte di credito.

Commenti Facebook