Ridurre lo spreco di cibo, Marinucci e Paradisi presentano mozione all’amministrazione comunale di Termoli

132
I consiglieri comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi con una mozione protocollata in comune il 12 ottobre 2017 chiedono all’amministrazione comunale di Termoli di impegnarsi a ridurre lo spreco di cibo che, secondo i dati dell’Osservatorio Waste Watcher, ammonta in Italia a 8 miliardi di euro l’anno. Nello specifico la mozione chiede di recepire le linee guida dell’articolo 10 della legge 166/16 rivolta agli enti gestori di mense ospedaliere, scolastiche, aziendali per limitare lo spreco alimentare; di pensare percorsi di informazione e sensibilizzazione su questo tema; di ridurre le aliquote Tari per le attività che decidono di impegnarsi per attuare la legge 166/16; di accedere direttamente o indirettamente agli aiuti della Comunità Europea per la distribuzione di cibo alle persone che vivono in una situazione di indigenza.

Si stima infatti che siano un milione e 619mila le famiglie residenti in condizione di povertà assoluta, nelle quali vivono 4 milioni e 742mila individui. Per loro un grande lavoro viene svolto dalle cosiddette organizzazioni partner capofila e organizzazioni partner territoriali, quali ad esempio il Banco Alimentare o la Croce Rossa Italiana. Con la mozione dei consiglieri di Liberatermoli si chiede che anche il Comune di Termoli, secondo quanto recentemente introdotto dalla legislazione italiana in materia, diventi un organismo accreditato per la distribuzione di aiuti alimentari.

Commenti

commenti