Fiera d’Ottobre di Larino: Fondi europei e turismo rurale al centro dei due incontri della giornata

90

Si avvia verso la conclusione la 275° edizione della Fiera D’ottobre di Larino, l’ultima a svolgersi all’interno del campo sportivo comunale, con il nuovo quartiere fieristico in Contrada Monte Arcano ormai in dirittura di arrivo.
“Siamo soddisfatti di come stanno andando le cose – il commento dell’Assessore Stefano Vitulli nel penultimo giorno di Fiera – buona l’affluenza di visitatori, in linea con lo scorso anno, ma aspettiamo i dati del weekend per tirare le conclusioni di questa edizione. In ogni caso tutti gli stand sono occupati fin dal primo giorno e abbiamo registrato un ottimo interesse da parte delle persone, soprattutto verso il settore agricolo”.

Due gli incontri pubblici della giornata odierna, il primo “Dall’Europa al Molise” che si è svolto all’interno del padiglione convegni dell’area fieristica, dove l’Europarlamentare M5S Daniela Aiuto e il consigliere comunale di Termoli Nik di Michele hanno illustrato le potenzialità dei fondi europei, il gap italiano nel loro utilizzo ed il workshop in programma a Campobasso dal 20 al 22 ottobre prossimi che ha come finalità quella di avviare i giovani verso l’europrogettazione.
Il secondo incontro si è invece tenuto nella sala conferenze de “il Melograno”, dove l’Auser di Larino ha parlato di “Buona pratiche nel campo del turismo rurale in Molise”, con gli interventi del Direttore della Scuola civica di Turismo Rurale Roberto Colella e del Sindaco di Bonefro Nicola Montagano. Insieme a loro, Giuseppe Gallo che ha raccontato le esperienze dirette dei giovani imprenditori molisani e l’agronomo Michele Tanno che ha parlato della riscoperta e valorizzazione dei frutti antichi del Molise.

 

Commenti

commenti