Attivo uno sportello per il diritto alla casa e i diritti sociali

409

Da Venerdì 20 dicembre è attivo presso la sede della R@P (Rete per l’autorganizzazione popolare) a Termoli uno sportello per il diritto alla casa e i diritti sociali. Lo sportello si rivolge alle tante persone che a causa della crisi hanno perso il lavoro, sono in cassa integrazione, o vivono con una pensione o uno stipendio ai limiti della povertà, che non permette di soddisfare le esigenze basilari della vita di tutti i giorni. Tra questi in molti hanno perso o rischiano di perdere la casa, sfrattati per morosità o per finita locazione, non potendo permettersi l’affitto.

In Molise solo nel 2012 sono state 1004 le richieste di sfratti per morosità, con un aumento del 2,03% rispetto al 2011. La situazione di precarietà abitativa è diventata una vera e propria emergenza man mano che la crisi economica si aggravava, come dimostrato anche dalle numerose notizie emerse sulla stampa locale. Ma quello che leggiamo sui giornali è solo la punta di un enorme iceberg, che in concreto significa ogni giorno famiglie sempre più precarie e sole nel panorama della crisi.
Le istituzioni locali spesso arrivano tardi, e impreparate, ad affrontare l’emergenza abitativa, e comunque non in grado di dare una risposta decisa al fenomeno. Sono necessari atti forti, come quelli che abbiamo chiesto il mese scorso durante un picchetto anti-sfratto alle case popolari a Larino, lanciando una campagna per la moratoria di un anno degli sfratti in Molise, possibilità prevista anche dalla legge 9/2007. Lo sportello non sarà un ente assistenziale con l’obiettivo di ricercare (pur necessarie) soluzioni tampone alla situazione economica e abitativa di tante famiglie, ma uno spazio di ascolto, assistenza in caso di sfratto, informazione sul diritto alla casa e i contratti di affitto, e soprattutto di organizzazione del disagio in vertenze locali e nazionali che pongano il tema del diritto alla casa all’attenzione delle istituzioni.
Non solo: poiché ad essere più colpiti dalla crisi sono spesso anche i non-cittadini, lo sportello è aperto anche ai migranti che hanno bisogno di un orientamento tra i labirinti delle leggi liberticide sull’immigrazione: problemi con permesso di soggiorno, ricongiungimento familiare, carta di soggiorno, ecc.
Come abbiamo fatto e stiamo già facendo, cercheremo di essere presenti dovunque ci saranno persone colpite dalla crisi e che per questo rischiano di perdere diritti e dignità.
Per questo ci auguriamo di poter lavorare in sinergia con tutte le altre realtà dell’associazionismo che giorno per giorno lavorano a contatto con le nuove povertà e vedono con i propri occhi gli effetti devastanti della crisi nella vita delle persone. Pertanto invitiamo anche la stampa locale a darne notizia perché l’azione possa essere il più capillare ed effettiva possibile.Lo sportello si avvale della consulenza gratuita di avvocati, commercialisti e mediatori culturali. È aperto ogni Venerdì dalle ore 18 alle ore 20 presso la rede della R@P in via XXIV Maggio 51, a Termoli.per il diritto alla casa e al reddito! per il pieno esercizio dei diritti di cittadinanza! per l’accesso di tutte/i ai servizi sociali!
R@P (Rete per l’autorganizzazione popolare) Molise – via XXIV Maggio, 51 – Termoli

Commenti Facebook