SerieD/Termoli, l’ora della verità: arriva la capolista Ancona

371

giacomarro1Il nuovo anno si è aperto grossomodo come si era chiuso il vecchio per le formazioni molisane impegnate nel campionato di serie D, con qualche segnale incoraggiante. Il Termoli, la migliore delle corregionali, ha firmato una vera e propria impresa nello scontro diretto con la Maceratese. Non tanto per il punto guadagnato, ma soprattutto perché gli adriatici sono riusciti a pareggiare nonostante abbiano chiuso la gara in otto uomini. Ciò da un lato evidenzia la compattezza e il carattere della squadra, dall’altro mette in rilievo qualche pecca caratteriale del gruppo di Giacomarro. Una compagine che potrà continuare a lottare per il vertice sino al termine della stagione.

Soprattutto dopo gli acquisti effettuati in questo mercato che hanno rafforzato un organico già di per sé estremamente competitivo. Il distacco dalla vetta resta invariato, dal momento che l’Ancona è stata fermata in casa dal Celano, e i giallorossi potranno tentare di accorciare nel prossimo turno quando saranno impegnati tra le mura amiche nello scontro diretto proprio con l’Ancona. Un match che, considerato il distacco in classifica, può essere determinante. In caso di successo il Termoli si porterebbe a 3 punti e il campionato sarebbe riaperto, al contrario, se dovesse giungere una sconfitta i molisani potrebbe dire addio ai sogni di gloria.
I segnali incoraggianti sono giunti dall’Isernia che è andata a strappare un prezioso punto sul difficile campo del Sulmona, squadra che viaggia nelle zone medio alte della classifica. I pentri, nonostante le continue problematiche, possono ambire a restare in categoria. A patto che inizino ad arrivare punti in casa. Domenica arriva l’ostico Giulianova e i biancocelesti sono intenzionati a fare bottino pieno.
E’ partito male l’anno per l’Agnone che ha rimediato l’ennesima sconfitta. I granata però, dopo le operazioni di mercato, hanno tutte le carte in regola per invertire rotta. Il recupero di qualche infortunato e la piena integrazione dei nuovi arrivati saranno fattori determinanti. Domenica arriva al Civitelle il Sulmona e per la squadra di Urbano è obbligatorio il successo.
Destinato ormai a certa retrocessione è il Bojano. Lo scorso turno la gara dei biancorossi è stata rinviata, ma la strada della compagine matesina è segnata. Nel prossimo week end ci sarà l’impegno sul campo della Civitanovese.
rs    

Commenti

commenti